Tempo di lettura: 2 minuti

Gattatico, Reggio Emilia. Le contraddizioni del processo di trasformazione ed evoluzione dell’agricoltura italiana, la terra, lascito dei genitori o prestito dei figli? E’ il tema sul tavolo dei lavori di mercoledì 11 novembre alla biblioteca Archivio Emilio Sereni, presso il museo Cervi, ore 9 nella sala Maria Cervi.agricoltura

Al pari di ogni altra attività economica, l’agricoltura non può convenientemente esercitarsi prescindendo dall’evoluzione delle scienze e delle tecniche applicate, funzionali alla produzione di un reddito soddisfacente, ma anche rispettose dell’ambiente. Per questi motivi, la giornata vuole essere un’occasione di confronto sull’evoluzione delle scienze agrarie e della moderna agricoltura, incalzate dalla pressante richiesta di alimenti, fibre ed energia, da parte di una popolazione in continuo aumento, che si prevede in dieci miliardi alla metà del secolo.bassa158

Queste condizioni tecnico-economiche si intrecciano con la cultura contadina che nel tempo ha sedimentato valori, saperi e visioni che guidano azioni e scelte degli agricoltori. Le tradizioni della civiltà rurale scorrono, come storia e come background, nello “spirito” contadino e ne marcano l’azione e il comportamento; allo stesso tempo costituiscono un tratto significativo delle storia di tutta l’umanità. La conoscenza di questo insieme intrecciato di temi e delle problematiche che pongono alle nostre società è da auspicare e perseguire soprattutto verso le nuove generazioni le quali, vivendo realtà sempre più “virtuali”, crescono spesso mancanti del contatto esperienziale con i tempi ed i ritmi dei raccolti e della vita. Di tutto questo e dell’opera di Saltini si parlerà alla presenza dell’autore e di esperti del mondo universitario, istituzionale e di rappresentanza del mondo agricolo.cascina

Chiude la giornata di lavori la visione dell’estratto del docufilm Bioresistenze, frutto di un viaggio in cui sono state incontrate più di trenta esperienze agricole in tutta Italia, esperienze di agricolture che resistono al deturpamento ambientale, sociale e paesaggistico del Paese. 86 interviste, 30.000 chilometri, 2.300 Gb, per raccontare l’agricoltura italiana oggi. Il documentario è stato presentato, da Cia, in anteprima assoluta al Teatro della Terra nel Padiglione Biodiversità ad Expo 2015 sabato 26 settembre 2015.

Programma:
Ore 9 Benvenuto
Albertina Soliani, Presidente Istituto Alcide Cervi
Antonio Michele Stanca, UNASA – Accademia dei Georgofili Firenze
Valter Manfredi, Vice Presidente nazionale ANP
Antenore Cervi, Presidente CIA Reggio Emilia
Introduce e conduce Emiro Endrighi, Università di Modena e Reggio Emilia
Intervengono
Enrico Francia, Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, Le diverse ‘agricolture’: incidenza attuale e prospettive future per le produzioni vegetali dinnanzi alle sfide del XXI secolo.
Luciano Sassi, Presidente Ecomuseo Isola-Valli Oglio Chiese (CR-MN). Dal bove al drone. Che immagine ha l’agricoltura?
Marco Pivato giornalista de La Stampa (rubrica Tutto Scienze) intervista Antonio Saltini, autore di Storia delle Scienze Agrarie – Agrarian Sciences in the West.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *