Tempo di lettura: 2 minuti

Ho appreso da Facebook che domenica 12 maggio i cittadini di Corte de’ Frati e non, torneranno in quell’angolo ricco di storia e in mezzo alla natura dove, anche da Pescarolo, un tempo, si andava, per vedere quel grosso platano che purtroppo, come tante cose, per cause naturali e non è finito poi nel nulla.

Giusta la definizione di villa Manna Roncadelli Vaghi “una perla incastonata nel Parco Oglio Nord” che apre il comunicato dell’edizione 2019 con un intenso programma che si aprirà alle 14 con l’esposizione sul piazzale esterno di stand e bancarelle con prodotti tipici del territorio, decoupage con monili in argento e gioielli artigianali. Alle 16 ci sarà la Santa Messa con la partecipazione della corale Santa Cecilia di Corte de’ Frati diretta dal maestro Pietro Barbieri.

Dalle 17 alle 18.30 nelle antiche scuderie attende “arte dei Piccoli” laboratorio creativo a tema “natura e cultura” a cura di Barbafamiglie, per i bambini dai 3 anni in su, organizzato e finanziato dall’Associazione CO.LIBRI DI Corte de’ Frati. Porte Aperte per la visita interna della villa, nella quale, a cura dell’Associazione Culturale “GLI ALLEGRI VIANDANTI” si terrà una Rievocazione Medioevale con danze e scherma.

Un pomeriggio certamente interessante con cultura e natura, ma che potrà essere completato, per i buongustai, dalla degustazione di prodotti a cura dello spaccio agricolo Marinoni Giovanni di Soncino. A questo punto inevitabile concludere con i ricordi, quando il sottoscritto aveva un ampio raggio d’azione nell’impegno di raccogliere notizie sul territorio e ricordare, nel caso specifico, con alcune foto e un breve resoconto di quel pomeriggio, che venne poi pubblicato dal Quotidiano “La Provincia”, il 4 maggio 1992. La giornata iniziava alle 9 con il ricevimento da parte della signora Vaghi Steiner dei partecipanti all’estemporanea di pittura.

In villa infine, voluta dall’Amministrazione Comunale, per far conoscere e valorizzare i tesori del Parco Oglio Nord, una mostra fotografica realizzata dall’Assessorato all’Ecologia dell’Amministrazione Provinciale di Brescia.

Per i visitatori vi è la possibilità di acquistare “la raspadura”, una nota specialità gastronomica di Codogno oltre alla possibilità di partecipare ad una grande tombolata, dopo la Santa Messa celebrata da Don Mario, la giornata si conclude con la premiazione dei vincitori dell’estemporanea di pittura.

Quindi, tempo e impegni permettendo, non è da escludere un salto a Grumone, in mezzo a tanto verde e tanta storia.

CONDIVIDI
Giampietro Masseroni
Classe 1940. ex sindaco di Pescarolo, appassionato estimatore del proprio territorio, del quale conosce- e riporta- vita, morte e miracoli...

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *