Tempo di lettura: 1 minuto

Verona – La rassegna musicale “Migrazioni e contaminazioni nel globo sonoro” arrivata alla sua dodicesima edizione è un progetto realizzato con la direzione artistica di Meri Palvarini e Max Marmiroli. Dal 9 al 30 giugno alla Fondazione Campostrini i protagonisti saranno quattro concerti il venerdì alle 21.00.

La Valigia dei suoni 2017 parla dell’incontro tra arte e cultura, con sonorità ricercate che attraversano confini spaziali e temporali molto vasti. “Un mondo di suoni tra arte e cultura” è il tema di questa edizione della rassegna musicale.

La rassegna offre ai partecipanti la possibilità di valorizzare la dimensione espressiva, narrativa, estetica e culturale della musica come arte dalle caratteristiche molteplici e variegate e la comprensione dell’esistenza delle tante idee della musica nella storia e nelle diverse civiltà. Oltre alle sonorità, i protagonisti dei concerti organizzati dalla Fondazione sono i luoghi, la storia e le culture dei vari paesi del globo, e gli artisti ne sono gli appassionati interpreti.

La Valigia dei suoni vuole dare risalto alla sua storia e a tutto l’universo di relazioni ed espressioni artistiche, umane e sociali che da sempre ruotano attorno alla musica.

La rassegna musicale ha il patrocinio del Comune di Verona, della Provincia di Verona e della Regione Veneto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *