Tempo di lettura: 2 minuti

Gioca una buona pallacanestro, lotta e ci prova fino alla fine la Vanoli ma purtroppo questo non basta per violare il PalaRuffini di Torino e sconfiggere una FIAT che trova l’energia giusta nel terzo quarto per ribaltare la partita e condurla in porto con il punteggio di 88-80. Parte con il piglio giusto la squadra di coach Sacchetti che nei primi venti minuti sfrutta tutta l’energia di Martin (17 punti e 7 rimbalzi per lui all’intervallo) e un buon gioco corale per portarsi avanti 34-39 toccando anche un massimo vantaggio di 9 punti al 15′ (21-30).

Il terzo quarto vede però Torino mettere la freccia grazie alle penetrazioni di Garrett e al gioco interno di Mbakwe. Il parziale di 0-9 a cavallo del 27′ porta la FIAT avanti 53-46. Il quarto si chiude 66-56 per i padroni di casa. Negli ultimi dieci minuti Cremona ci prova sfruttando la ritrovata verve di Darius Johnson-Odom (17 per lui nel quarto dopo i soli due segnati nei primi trenta minuti) ma Torino trova i canestri da tre punti di Vujacic che, sul 76-70, le permettono di riallungare e mantenere il margine di sicurezza necessario a portare a casa l’incontro.

Cremona ha da Martin la solita partita di grande sostanza. 22 punti, 9 rimbalzi e 2 recuperi in 36 minuti per 24 di valutazione (migliore della squadra). Milbourne ne aggiunge 18 mentre Darius Johnson-Odom ne mette 19 (17 nell’ultimo quarto) distribuendo 6 assist ai compagni e subendo 5 falli. 5 punti e 6 assist per Travis Diener. Per Torino svetta Mbakwe che sfiora la doppia doppia con 21 punti e 9 rimbalzi. Vujacic è chirurgico nel segnare le triple che permettono a Torino di allungare e mantenere il vantaggio: per lui 17 punti con 5/10 da oltre l’arco. Garrett va in doppia doppia per punti (13) e assist (10), Washington ne segna 15 con 5 rimbalzi e 5 assist.

Cremona va sotto a rimbalzo (28 a 42 con ben 16 rimbalzi offensivi per Torino) e perde 13 palloni, 5 in più degli avversari. La FIAT sfrutta gli extra possessi dati dai rimbalzi offensivi per tirare ben 15 volte di più dal campo e annullare le migliori percentuali da due di Cremona (58,5 contro 45,5), tirando meglio da oltre l’arco (33,3 per i biancoblu contro il 42,1 di Torino).

Dopo aver approcciato bene la partita la Vanoli subisce il rientro dagli spogliatoi della FIAT che grazie al gioco interno di Mbakwe e alla triple di Vujacic trova un parziale di 32-17 che la porta in vantaggio di 10 punti al termine del terzo periodo. Un vantaggio che i padroni di casa sono poi bravi a gestire fino alla fine.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *