Tempo di lettura: 2 minuti

La Vanoli conclude bene il 2017 vincendo in casa 92-83 lo scontro diretto in chiave salvezza contro Brindisi. Trascinata da un Johnson-Odom on fire la squadra di coach Sacchetti non spreca l’occasione e mette in cascina due punti importanti per il prosieguo del campionato. La Vanoli dopo un primo quarto pieno di difficoltà, soprattutto a livello difensivo, chiuso in svantaggio 16-23, nel secondo periodo sale di giri in entrambe le fasi di gioco e si scrolla di dosso una prima volta l’Happy Casa con un parziale di 31-9. Fontecchio gira l’incontro con tre canestri filati e una gran difesa su Nic Moore, Johnson-Odom mette il suo sigillo con altre tre triple che fanno seguito alle tre del primo quarto. Brindisi segna li primo canestro dopo sei minuti e si va all’intervallo lungo con i padroni di casa in vantaggio 47-32.

Alla ripresa del gioco la Vanoli si spinge sino al più 19 (65-46) con il canestro di un positivo Travis Diener ma poi permette agli ospiti di rientrare sino al meno 9 del 30′ (65-56). Nell’ultimo periodo Brindisi arriva a toccare per due volte il meno 7 ma in entrambe le occasioni Cremona trova le triple chirurgiche di Fontecchio e Martin che le ridanno ossigeno. Finisce 92-83 con la standing ovation del PalaRadi per Darius Johnson-Odom che chiude a quota 31 la sua partita.

Per Cremona è Johnson-Odom il mattatore con 31 punti segnati con soli quattro errori dal campo (9/13 con 2/3 da due e 7/10 da tre) e 6/7 ai liberi. A questo DJO aggiunge 4 rimbalzi, 4 assist e 5 falli subiti per un 37 di valutazione finale. Altri quattro uomini vanno in doppia cifra per i biancoblu con Milbourne che ne segna 10 e con il solito Martin che mette insieme 16 punti, 5 rimbalzi e 3 assist. Anche Travis Diener, dopo Trento, rimane in doppia cifra per punti (11) con 3/5 da tre e 2 assist. Fontecchio è autore di una prova convincente sia difensivamente che in fase offensiva con 11 punti e 5 rimbalzi e Portannese aiuta la squadra con 6 punti, uno sfondamento subito e una stoppata nel momento di massima intensità dei biancoblu nel secondo parziale. Brindisi cavalca i suoi due cavalli di razza Lalanne e Moore con il primo che ne mette 22 e il secondo 18. Il solo Tepic riesce poi a raggiungere la doppia cifra con 12.

Cremona vince a rimbalzo (29-27) e tira con il 45% da oltre l’arco (15/33). Doppia negli assist Brindisi (16-8) e trova 28 punti dalla panchina contro i 14 degli ospiti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *