Tempo di lettura: 3 minuti

E’ stata una grande festa quella del PalaRadi che ha riaccolto i suoi eroi dopo la vittoria in Coppa Italia. Prima della partita i festeggiamenti hanno visto l’entrata trionfale della coppa vinta dai biancoblu a Firenze e lo stendardo commemorativo issato sul soffitto del palazzetto di Cremona, poi la Vanoli ha reso la giornata ancor più bella vincendo 90-80 contro la Oriora Pistoia e conquistando due punti importantissimi per il suo campionato.

La festa prima della partita sembra non aver lasciato scorie nella testa dei giocatori biancoblu che partono subito forte portandosi in vantaggio 20-11. Il time out di Ramagli risveglia immediatamente Pistoia che con un parziale di 0-9 si riporta dentro la partita. Gli ospiti sfruttano bene la buona mira da oltre l’arco (5/6) per chiudere in vantaggio al 10′ (22-26). Nel secondo parziale però Cremona, guidata in campo da un ottimo Ruzzier (9 punti nel quarto), trova ritmo in attacco e forza 10 palle perse a Pistoia. Il 29-19 del secondo periodo ribalta il punteggio in favore di Cremona (51-46).

Alla ripresa del gioco la Oriora prova a riavvicinarsi, grazie soprattutto all’energia di Krubally e ai canestri di Mitchell, ma ogni tentativo è rispedito al mittente dalla Vanoli che trova sempre una buona risposta per mantenere un minimo margine di vantaggio. Si entra così negli ultimi 10 minuti con i biancoblu avanti di due punti (68-66). La difesa della Vanoli qui però sale di colpi recuperando palloni e forzando nuovamente altre 7 palle perse a Pistoia. I canestri di Ruzzier e Diener, oltre a quelli del solito Crawford, motivato anche dalla presenza in tribuna del padre Dan, permettono a Cremona di allungare e mantenere dieci punti di margine sino al 90-80 finale.

Michele Ruzzier, MVP della serata, scrive il suo massimo in carriera per punti in serie A. Sono 20 per il play triestino con 6/8 dal due, 1/2 da tre, 5/5 ai liberi oltre a 4 falli subiti, 2 recuperate e 2 assist per 22 di valutazione finale. E’ lui l’MVP di questa partita.

Anche Saunders chiude con 22 di valutazione frutto di 14 punti, 8 rimbalzi, 2 recuperi e 5 assist. Come spesso capita il miglior marcatore biancoblu è invece Drew Crawford che ne mette a referto 23 con 7/9 da due e 1/3 da tre. 7 gli assist per Diener con 4 recuperi e 7 punti. 7 punti e 7 rimbalzi per Mathiang.

Pistoia invece ha da Krubally tanta energia e una doppia doppia da 19 punti e 13 rimbalzi. Mitchell ne aggiunge 21 così come Mesicek. In doppia cifra anche Auda con 14.

Cremona tira meglio dal campo con un 52% complessivo contro il 44% di Pistoia. Va sotto a rimbalzo (30-39 per gli ospiti) ma sfrutta meglio la panchina con i suoi 31 punti contro i 17 di Pistoia. La vera differenza la fa però il saldo palle perse – palle recuperate dove Cremona scrive 16/15 mentre Pistoia 25/5.

IL MOMENTO CHIAVE – Il secondo quarto (29-19) permette alla Vanoli di trovare il vantaggio senza più lasciarlo. Il quarto periodo le regala invece l’inerzia definitiva grazie alle iniziative di Ruzzier e Diener. La tripla di Crawford a meno di tre minuti dal termine (84-78) chiude i giochi in favore di Cremona.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *