Tempo di lettura: 2 minuti

La Vanoli conferma il suo buon momento e con un’altra prestazione molto solida e concreta batte Sassari al PalaRadi con il punteggio di 80-73.

Al 0-7 di Sassari in avvio rispondono subito Saunders e Aldridge. La Vanoli prende ritmo in attacco e conclude il quarto avanti di sette punti (26-19) grazie a Ricci, Ruzzier e al canestro di Demps sulla sirena. Nel secondo quarto Cremona fatica invece da fuori non trovando il tiro dalla lunga distanza (1/13) ma riesce comunque a restare in partita grazie alle seconde opportunità trovate con gli otto rimbalzi d’attacco e ai canestri di Crawford (10 punti nel quarto).

All’intervallo lungo è 42-40 per la Vanoli. Nel terzo periodo la partita prosegue con grande equilibrio. Cremona si porta avanti di cinque (47-42) ma Sassari risponde con un parziale di 0-9 (47-51). L’emorragia la ferma Ricci con una tripla. Il canestro di Smith sulla sirena da il minimo vantaggio agli ospiti al trentesimo (58-59). Nell’ultimo quarto l’energia e l’intensità difensiva della Vanoli salgono di tono tenendo gli ospiti a soli 14 punti.

Cremona trova il break al 32’ quando dopo un canestro di Crawford, Diener ruba palla su rimessa e serve Aldridge per la tripla del 68-63. La Vanoli non si guarda più indietro e riesce a difendere questo minimo vantaggio sino al termine grazie ai canestri di Ruzzier, Saunders e Crawford. Finisce 80-73.

MVP del match è Wesley Saunders silenziosamente mette insieme 13 punti in meno di 30 minuti con il 100.0% da due (5/5) e il 100.0% dalla lunetta (3/3), conditi però da 12 rimbalzi, 1 recupero, 4 assist, 6 falli subiti per 33 di valutazione finale.

Oltre a Saunders, Crawford scrive 24 con 2 rimbalzi e 3 recuperi, Ruzzier gioca una grande gara con 15 punti, 3 rimbalzi e 5 falli subiti e Aldridge ne mette 13 con 4 triple. Cremona trova però tanto anche da Gazzotti e Ricci che tengono il campo con grande autorità contro i lunghi avversari. Per Sassari 16 di Bamforth, 15 di Polonara, 11 di Petteway e 10 di Smith. Per Cooley 7 punti e 14 rimbalzi.

Cremona non tira bene da tre punti (7/35, 20%) ma compensa cercando e trovando buone iniziative in avvicinamento. Il 59% finale da due si alza al 68.5% nei due quarti finali che decidono la partita. Il saldo palle perse/recuperate è di poco negativo per Cremona (10/7) mentre incide molto di più per Sassari (19/3). Il dato a rimbalzo vede Cremona non soccombere alla fisicità avversaria (42/47).

CONDIVIDI
La Redazione
Siamo a Leno (Brescia) presso il Centro Polifunzionale di Cassa Padana Banca di Credito Cooperativo. Se volete, venite a trovarci. Vi offriremo un caffè e faremo due chiacchiere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *