Tempo di lettura: 2 minuti

Cremona. I colori della primavera in fiore sono la meta della ciclopasseggiata organizzata dalla Fiab – Biciclettando cremonese per domenica 8 aprile. Un’escursione su due ruote facile di tipo naturalistico, legata al meraviglioso appuntamento della fioritura dei ciliegi che ha luogo ogni anno lungo la strada che collega Soarza a Villanova.

Lo spettacolo naturale delizia la vista e l’olfatto dei passanti da marzo fino alla raccolta dello squisito frutto rubino. L’itinerario prosegue poi per Isola Giarola dove un socio di Fiab-Piacenza esporto ed ex direttore del Parco racconterà ai partecipanti la storia di isola Giarola. Il Parco di Isola Giarola si trova nella golena del fiume Po nel comune di Villanova sull’Arda, Piacenza. Gli ambienti naturali e seminaturali che si possono osservare sono stati modellati dal corso del fiume e in parte modificati ad opera dell’uomo.

È una facile escursione adatta a tutti di circa 45 chilometri, con ritrovo alla 9,15 presso la sorbetteria in via del Porto 6, la partenza è prevista alle 9,30 e il rientro per le 17 circa. Referente Gianna tel. 3391546843. L’escursione rientra nel progetto “la cultura dell’ambiente va in TANDEM con la solidarietà” e sostituisce la passeggiata del 10 marzo “si può fare insieme… in Tandem” sospesa per maltempo.

Chi volesse unirsi pedalando con il Tandem può prenotarsi per l’escursione, termine iscrizioni venerdì 6 aprile. Il pranzo è previsto al sacco presso il parco di Isola Giarola, il costo è di 2 euro per i soci Fiab e 5 euro per i non soci. Le prenotazioni sono presso Uffico Mobilità Ciclistica P.zza Roma il Mercoledì e il Venerdì dalle 10.00 alle 12.00 e il Giovedì dalle 17.00 alle 19.00 oppure telefonare al 0372.30066

Informazioni: il programma non costituisce iniziativa turistica organizzata né attività sportiva, bensì attività sociale ricreativa– ambientale svolta per il raggiungimento degli scopi statutari dell’Associazione. L’iscrizione alle gite è da ritenersi autocertificazione di idoneità fisica. Il D.L. n. 69/2013 all’art. 42-bis prevede che “l’attività ludico-motoria e amatoriale” non richiede certificato medico. Ciò non esclude la raccomandazione di rivolgersi al medico curante nei casi in cui si passi dalla sedentarietà ad uno stile di vita particolarmente attivo.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *