Tempo di lettura: 1 minuto

Mantova – Chi dice zucca dice Mantova. Sempre più, la provincia dei Gonzaga si identifica con questo poliedrico prodotto dell’orto, che viene celebrato da una manifestazione autunnale ormai molto attesa: è Di zucca in zucca, la festa della cucurbitacea che come ogni anno fino al’l’8 dicembre, seguendo non a caso due date importanti del calendario religioso contadino (rispettivamente la Natività della Beata Vergine Maria e l’Immacolata concezione).

Da ben 19 anni, durante i tre mesi della manifestazione, nelle corti agricole del mantovano la zucca diviene regina, in primo luogo a tavola, grazie alla tradizione gastronomica mantovana portata avanti e reinventata dalle contadine, ma non solo.

Sono numerosi, infatti, gli appuntamenti che si susseguono, dedicati alla versatilità della zucca che diviene oggetto da scolpire, scavare, dipingere, plasmare, decorare, trasformare; ci saranno corsi di cucina, mercati contadini, degustazioni, mostre di zucche, incontri culturali.

Per l’occasione è stata stampata la consueta guida alla manifestazione, che sarà in distribuzione presso gli uffici del Consorzio, gli IAT e i mercati contadini.

Seguendo il percorso proposto in questa guida, si potranno sperimentare non soltanto piccoli capolavori cucinati con la zucca, ma la laboriosità e fantasia delle rasdore, che ogni giorno, partendo dalla tradizione e dai prodotti di stagione, sanno reinventare la cucina senza stancare mai. L’edizione di quest’anno contiene anche un’interessante sezione dedicata ai prodotti trasformati realizzati con la zucca, oltre alle immancabili ricette.

La guida completa della rassegna, con date ed eventi. 

CONDIVIDI
Laura Simoncelli
Dopo il diploma di liceo scientifico, si laurea all’Univeristà Cattolica di Brescia nel 2004 in Lettere e Filosofia. Collabora con Fondazione Civiltà Bresciana e Bresciaoggi con stesura di articoli sportivi, cronaca e tempo libero. Dal 2004 al 2017 fa parte della redazione di popolis. E’ docente di italiano e storia presso le scuole medie e superiori

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *