Parma – E’ sul nastro di partenza la quarta edizione di “Labirinti sonori“, progetto internazionale che nasce dalla collaborazione fra il Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma, il Comune di Parma Assessorato alla Cultura – Casa della Musica e il Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università di Parma.

Conferenze, seminari, concerti e attività pedagogiche incentrati sul rapporto fra creatività musicale contemporanea e nuove tecnologie. Esperti e docenti nazionali e internazionali saranno a Parma per confrontarsi sulla relazione fra la ricerca sul suono, la creazione musicale e le nuove tecnologie. Le attività, coordinate dal prof. Javier Torres Maldonado, sono rivolte agli studenti del Conservatorio e liberamente aperte al pubblico. Sarà possibile ascoltare opere di compositori affermati e brani appositamente creati per le strutture e sistemi di diffusione della Casa del Suono e della Casa della Musica.

Achim Bornhoeft

Il primo appuntamento è per sabato 7 aprile alla Casa del Suono, con una giornata dedicata al compositore tedesco contemporaneo Achim Bornhoeft che, alle 10.00, terrà una conferenza. Alle 11.30 si potrà ascoltare la prima esecuzione italiana di “Bannwald, Soundscape Project”, paesaggio sonoro. Alle 15.00 seguirà una tavola rotonda sul tema “Musica spaziale” (con A. Bornhoeft, G. Manca, D. Tanzi, A. Farina, F. Fanticini, J. T. Maldonado). La giornata si concluderà alle 16.30 con il concerto monografico “Labirinti dell’immaginazione”, dedicato alle creazioni di Bornhoeft.

Gli altri appuntamenti sono previsti per il 5 maggio e il 15 settembre, sempre alla Casa del Suono, e il 23 settembre presso la sala dei concerti della Casa della Musica.