Tempo di lettura: 2 minuti

Pescarolo ed Uniti (Cremona) – Padania Acque investe a Pescarolo sulla qualità dell’acqua distribuita negli acquedotti:”Acqua del rubinetto, buona da bere”. Così abbiamo cercato di saperne di più sugli importanti lavori in corso al potabilizzatore dell’acquedotto di Pescarolo ed Uniti. Questo per dare una risposta alle richieste di informazione pervenuteci dai cittadini che hanno visto con curiosità l’apertura di un cantiere presso l’impianto di via Campetto.

L’impianto originale, pozzo e serbatoi pensile, a servizio dell’abitato di Pescarolo si trova in vicolo Boldori e venne realizzato, dall’allora Consorzio Acquedotti, nel 1977 e nel 1982 anche l’abitato di Pieve Terzagni divenne autonomo con un proprio impianto. La necessità di avere acqua sempre più pura e rispondente ai parametri che ci vengono dati anche dall’Europa, ha portato Padania Acque nel 1995 all’acquisto di un terreno sul retro della palestra e alla realizzazione di due nuovi pozzi e di un potabilizzatore che potesse dare acqua migliore, oltre che a Pescarolo e alla frazione di Pieve Terzagni anche ai comuni di Vescovato, Pessina e Cicognolo.

Un impianto che oggi, con una erogazione di 200 mc/ora è il secondo gestito da Padania Acque dopo quello di Cremona. Con il passare degli anni, l’erogazione di un acqua sempre migliore e la necessità di un aggiornamento dell’impianto è stata confermata da Padania Acque con la progettazione di una ristrutturazione per un costo complessivo di 900.000 euro totalmente finanziato dalla tariffa. I lavori comporteranno un potenziamento dell’impianto, sia per quanto riguarda il sistema di telecontrollo dalla sede centrale che per consentire una distribuzione idrica ancor più efficiente e funzionale, grazie ad una tecnologia all’avanguardia e a processi estremamente avanzati.

In merito i responsabili hanno precisato che importanti interventi riguarderanno il sistema di filtrazione e disinfezione dell’acqua, sempre con l’obiettivo di migliorarne la qualità, che non verrà più trattata con il cloro, ma grazie all’utilizzo di raggi U.V. Il primo intervento, che riguarda la linea a servizio dell’abitato di Vescovato, dovrebbe concludersi entro l’estate, mentre il completamento del tutto, con la ripresa autunnale e l’intervento sulla linea che serve gli altri comuni, dovrebbe concludersi entro l’anno. In merito, l’Amministratore Delegato Rag. Lanfranchi, che ringraziamo per averci accompagnato a visitare l’impianto assieme al responsabile il perito Sergio Vicari, ha tenuto ad evidenziare come con questa opera, Padania Acque, tenga fede al suo impegno di dare ai cittadini acqua sempre più pura nel rispetto dei vincoli sempre più rigidi, a tutela della, loro salute e perché l’acqua possa definirsi sempre “più buona”.

CONDIVIDI
Giampietro Masseroni
Classe 1940. ex sindaco di Pescarolo, appassionato estimatore del proprio territorio, del quale conosce- e riporta- vita, morte e miracoli...

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *