Tempo di lettura: 2 minuti

Un puzzle che si sta sgretolando, in cui ogni pezzo contiene un animale in via di estinzione: alcune persone sorreggono quello che rimane, con l’esortazione “Salviamo il mondo”, convinti che il finale possa essere ancora cambiato.

E’ il messaggio trasmesso dal murale realizzato su un muretto messo a disposizione dell’amministrazione comunale di Sovicille, dai ragazzi che frequentano il centro Spazio Immaginazione Giovanile 4.0 di San Rocco ai Pilli, gestito dalla cooperativa sociale Pangea di Siena, in collaborazione con il Comune di Sovicille e la Società della Salute Senese, nel contesto del progetto “Diritto di transito” promosso dal consorzio Arché di Siena e selezionato da “Con i Bambini” nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

Con l’obiettivo di proporre attività ricreative, di sperimentazione e socializzazione anche durante il periodo estivo, la cooperativa Pangea ha avviato il 13 giugno un laboratorio artistico sulle tecniche di realizzazione di murales, rivolto ai giovani del territorio del Comune di Sovicille dove, dallo scorso ottobre, è attivo lo spazio giovani a loro dedicato.

“Il laboratorio si configura come un intervento di rigenerazione urbana partecipata finalizzato a promuovere la creatività dei giovani e rafforzare il legame con il territorio che abitano concorrendo così alla costruzione di relazioni e di identità comuni” spiegano dalla coop Pangea.

“In 8 settimane si è formato un gruppo di giovani artiste ed artisti che hanno sviluppato una progettazione grafica su un tema condiviso, ovvero la salvaguardia dell’ambiente; la preoccupazione e sensibilità circa il rapporto tra uomo e ambiente sono stati l’asse centrale di questa realizzazione artistica”.

La prima parte del laboratorio si è svolta in collaborazione con la parrocchia di San Rocco a Pilli e si è concentrata sulla formazione del gruppo di lavoro e sull’apprendimento di tecniche pittoriche, anche tramite focus group e giochi di ruolo finalizzati a sviluppare un racconto collettivo sulle tematiche di interesse comune. Ai primi di luglio i ragazzi, sotto la guida dell’artista Andrea Searle, si sono messi all’opera per realizzare il dipinto su un muro, anonimo, dietro il campo sportivo.

Il 15 luglio il murale è stato inaugurato dai ragazzi che hanno lanciato così il loro invito “a un maggiore impegno nella tutela della bellezza e diversità del mondo”.

Il murale “è un gradevole tocco di colore che ravviva San Rocco e, insieme, trasmette l’urgenza di un messaggio che i nostri giovani assumono e ci consegnano, non come uno slogan ad effetto ma come un rigoroso e gioioso impegno di vita. Ringrazio loro, la cooperativa Pangea e l’artista Andrea Searle per questo bel progetto e per l’impegno che stanno portando avanti con lo Spazio Immaginazione Giovanile 4.0” afferma il sindaco di Sovicille Giuseppe Gugliotti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome