Tempo di lettura: 4 minuti

Le Valli di Argenta (Ferrara) sono una delle più vaste zone umide d’acqua dolce dell’Italia settentrionale, area naturalistica di pregio nel Parco del Delta del Po.

Un ecomuseo dal valore ambientale unico che ad agosto offre tramonti infuocati e oasi naturali incantevoli da ammirare molto comodamente in eco-shuttle o in bicicletta. Un prezioso scrigno di biodiversità popolato da aironi bianchi, aironi cenerini, spatole, oche selvatiche, martin pescatore, poiane e molte specie.

Per scoprire la grande varietà di questo territorio naturalistico unico e conoscere la sua storia, si può partecipare a una escursione e visitare i musei dedicati.

L’Ecomuseo organizza ad agosto, eventi ed escursioni. Mercoledì 10 Agosto  “San Lorenzo – Il Festival delle Stelle”, emozioni, sapori e musica nella meravigliosa cornice del Museo della Bonifica, presso l’impianto Idrovoro di Saiarino di Argenta, con un ricco programma di attività e una grande novità: Il bosco incantato. Uno spazio interamente dedicato ai bambini, immerso nel verde con attività ludico-ricreative. Dalle ore 19.00 alle 22.30 fiabe in tenda, caccia al tesoro con le torce, laboratori stellari (necessaria la presenza di un genitore).

L’altra novità sarà lo Street Food con truck in stile vintage (dalle tigelle alla friggitoria con proposte di pesce, carne e vegetariane; bakery salata e dolce, birre e cocktail artigianali). Dalle19.00 alle 22.30 “Saiarino, una storia di acque domate”: visita guidata all’impianto idrovoro e proiezione di immagini a cura del Consorzio della Bonifica Renana. Dalle 21.30 conferenza sulle leggende del cielo e delle stelle a cura degli astrofili Ferruccio Zanotti e Massimiliano Di Giuseppe e osservazione del firmamento con telescopio astronomico e raggio laser a cura di Esploriamo l’Universo.

Musica con Icio Caravita Live: brani originali e grandi classici della canzone d’autore e Jazz Reloa2et: duo jazz in concerto con Erika Corradi e Marco Rossi.
Biglietto unico 5 euro, gratuito per i bimbi fino a 5 anni.
Servizio Navetta: Piazza Marconi – Argenta (fermata autobus) dalle 18.30 ogni 30 minuti (mascherina ffp2 obbligatoria a bordo).
Gradita la prenotazione alla Segreteria del Museo delle Valli, da martedì a domenica dalle 9.00 alle 13.00, Tel. 0532 808058 – [email protected] Ritrovo presso il Museo della Bonifica – Strada Saiarino, 1 – Argenta (FE).

Domenica 7 e domenica 28 agosto ore 9.30 “Escursioni in eco shuttle”, per visitare le Valli di Argenta comodamente seduti a bordo dell’eco-shuttle in un percorso di circa due ore e mezza alla scoperta di un paradiso di acqua dolce, ninfee, canneti e boschi popolati da una straordinaria biodiversità animale e vegetale. Le tappe del tour: Bosco del Traversante, Torretta su Cassa Campotto, Cassa Bassarone, Cassa Campotto, Osservatorio su Cassa Campotto con osservazione della garzai.

Domenica 14 e sabato 27 agosto ore 18 “Il Cielo delle Valli di Argenta” è la visita guidata in Eco-Shuttle, per ammirare lo spettacolo del tramonto sulle Valli di Argenta, tra canneti, piante, animali, suoni e colori.
Il ritrovo per le escursioni, a prenotazione obbligatoria, è presso il Museo delle Valli, Via Cardinala, 1/C a Campotto (FE). Prezzo: Intero 15 euro, Ridotto 10 euro

Le tre stazioni museali che compongono L’ecomuseo di Argenta sono il Museo delle Valli di Argenta, il Museo della Bonifica e il Museo Civico.

Il primo è un’isola in cui l’equilibrio tra terra ed acqua crea le condizioni ideali per la convivenza di specie animali e vegetali preziose. Scenari panoramici straordinari si aprono agli occhi dei visitatori, che possono fare tappa al Casino del Campotto, un edificio rurale trasformato in centro di educazione ambientale, al cui interno sono stati ricreati dei percorsi espositivi con sezioni storico-antropologiche e naturalistiche, mentre all’esterno boschi, prati umidi, lamineti si estendono per 1.600 ettari, per creare l’Oasi di Val Campotto.

Il Museo della Bonifica (chiuso dall’8 al 22 agosto) è stato realizzato nell’impianto idrovoro, un esempio di archeologia industriale inserito nel contesto di edifici in stile liberty, utile per il sollevamento e lo scarico delle acque nel fiume Reno. Qui c’è anche un’antica centrale termoelettrica con immagini che raccontano i lavori di bonifica, le caldaie per produrre il vapore e strumenti più moderni.

All’interno della chiesa di San Domenico c’è invece il Museo Civico di Argenta (chiuso ad agosto), esempio di architettura quattrocentesca con mattoni a vista e con un campanile con guglia in mattonelle di terracotta policroma sede della sezione archeologica e della pinacoteca.

Sempre nel territorio di Argenta merita una vista anche la penisola di Boscoforte, un antico cordone dunoso formatosi in epoca etrusca, che si spinge per circa 6 km dall’argine sinistro del Reno fino alle Valli di Comacchio, disegnando dossi sabbiosi, canali, canneti, e l’ambiente ideale in cui scorgere bellissimi esemplari di cavalli Camargue-Delta, che vagano liberi allo stato brado, e splendidi fenicotteri rosa. Qui fino al 18 settembre si potranno fare escursioni il sabato e la domenica.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome