A cura di Claudio Leni Presidente Gruppo Aido di Lodrino

Lodrino (Brescia) – Il gruppo Aido di Lodrino, in cambio dell’uso gratuito da parte del Comune della Sede delle Associazioni, si era fatto carico della manutenzione del parco giochi sito in via Kennedy, con il taglio periodico della siepe e del manto erboso.

In quest’area erano stati posizionati due tavoli da pic-nic che, nel tempo, le intemperie (neve e pioggia d’inverno e sole pieno d’estate) avevano rovinato: è nata così l’idea di una copertura, ma il locale gruppo non era economicamente in grado di farla, non avendo entrate se non quelle delle libere donazioni date al momento dell’iscrizione oppure da persone sensibili e generose.

Grazie all’interessamento concreto e generoso della Banca Cassa Padana e del Consigliere e lodrinese Romano Bettinsoli questa proposta è stata accolta e finanziata, permettendoci l’acquisto di tutto il materiale d’uso: i tavoli sono stati coperti con una struttura in legno e posizionati su mattonelle in modo che, anche in caso di pioggia, rimangano comunque fruibili alle famiglie ed ai camperisti dell’attigua area a loro dedicata.

Oltre al Comune che ha approvato l’opera ed ai già citati sponsor, in primis Cassa Padana Bcc che anche questa volta ha dimostrato sensibilità e disponibilità, è d’obbligo ringraziare i volontari che hanno prestato gratuitamente le loro specifiche capacità per la realizzazione dell’opera: l’amico valsabbino Tullio Freddi per lo scavo ed il materiale di fondo, Maurizio Bettinsoli ed Imerio Belleri per il montaggio della struttura in legno, Emiliano Bonusi e Gian Luca Bettinsoli per la posa del pavimento ed infine gli appartenenti al Direttivo Aido lodrinese che in vari modi hanno fattivamente collaborato.

Dopo un breve intervento del Presidente Aido lodrinese e del Sindaco Iside Bettinsoli che si è complimentata per questa nuova struttura al servizio della comunità, è stato fatto il taglio del nastro e l’esposizione della targa e poi, con un piccolo rinfresco, la struttura è stata ufficialmente aperta alla popolazione.

Ovviamente auspichiamo che la buona educazione ed il senso civico portino a rispettare quest’opera e tutta l’area destinata ai bambini.