Tempo di lettura: 2 minuti

Popolis – Nell’ambito delle iniziative per celebrare la ricorrenza della giornata internazionale contro la violenza sulle donne, venerdì 25 novembre, uscirà il film “L’amore rubato“, realizzato anche grazie al contributo del Credito Cooperativo tramite Iccrea Banca.

Il film, tratto dai racconti di Dacia Maraini, verrà proiettato nelle sale cinematografiche martedì 29 e mercoledì 30 novembre, e successivamente, presumibilmente in primavera in occasione della festa della donna, sui canali RAI. Infatti il film è stato prodotto in collaborazione con RAI Cinema, ed ha avuto il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali.

La pellicola è diretta da Iris Braschi ed è interpretato da Stefania Rocca, Elena Sofia Ricci, Gabriella Pession, Elisabetta Mirra, Chiara Mastalli, Alessandro Preziosi, Francesco Montanari, Emilio Solfrizzi, Antonio Catania e Antonello Fassari.

Il film intreccia le storie di 5 donne diverse tra loro, per età e estrazione sociale, ma accomunate dall’esperienza di un amore violento, morboso, che fa male. Storie ispirate a reali fatti di cronaca, che affondano nel quotidiano e che si intrecciano per dare vita a un unico grande affresco. Rompere il silenzio è difficile: perché la violenza è muta, perché si nasconde dietro la normalità, perché è ancora un tabù.

In Italia sono oltre sei milioni le donne che almeno una volta sono state vittime di violenza di genere. Rompere il silenzio è difficile: perchè la violenza è muta, perchè si nasconde dietro la normalità, perchè è ancora un tabù. Per questo il Credito Cooperativo ha deciso di co-produrre il film “L’amore rubato“, liberamente tratto dall’omonimo romanzo di Dacia Maraini che vuole dare voce alle donne. Un film denuncia che si propone di sensibilizzare l’opinione pubblica attraverso le storie di 5 donne vittime di violenza di genere.

I ricavi del film verranno devoluti all’associazione onlus WeWorld che difende i diritti dei bambini e delle donne in Italia e nel mondo.

CONDIVIDI
Silvano Treccani
Nato a Leno nel 1964 lavora presso Cassa Padana Bcc dal 1995. Le sue grandi passioni sono la musica, il cinema, la lettura e la corsa podistica. Rigorosamente in quest'ordine. E guai a cambiarlo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *