Lunedì 22 giugno, sulla terrazza di Capodarco di Fermo, in provincia di Ascoli Piceno, prende il via la rassegna cinematografica “Capodarco l’Altro Festival“. Fino a sabato 27 si potrà partecipare a incontri con attori, registi e critici, e godere la visione di grandi film e la maratona dei corti della nona edizione del premio “L’Anello Debole“.

Si parte lunedì 22, alle ore 21.15, con una serata dedicata all’attore romano Valerio Mastandrea, che a 43 anni ha già all’attivo una sessantina di film, oltre a varie fiction e opere teatrali. La serata, introdotta dal critico Goffredo Fofi, è titolata “Il cinema, la vita, l’impegno, e l’intervista all’attore sarà curata dal critico e conduttore di “Hollywood party” su Radio Tre Dario Zonta (che introdurrà anche le tre serate successive), e dal direttore artistico de L’anello debole Andrea Pellizzari.

Martedì 23 ci sarà la proiezione de “Il racconto dei racconti” di Matteo Garrone, film in concorso all’ultimo Festival di Cannes. Presente alla serata l’autore di “Gomorra” e “Reality”, che verrà intervistato prima e dopo la visione della pellicola.

Protagonista della serata di mercoledì 24 sarà “Class enemy” (Nemico di classe), del giovane regista sloveno Rok Bicek. Il film, da molti definito un capolavoro, è ambientato in una scuola superiore dove in seguito a una tragedia si innescano dinamiche imprevedibili tra alunni, docenti e genitori. A commentare la pellicola ci sarà Ettore Fedeli, per due volte sindaco di Fermo, ma soprattutto ex insegnante di generazioni di adolescenti (dopo la pensione continua a svolgere numerose attività nelle scuole).

Giovedì 25 giugno è la volta di “Short skin”, divertente ma profonda pellicola di Duccio Chiarini che indaga con delicatezza i temi della sessualità e dell’amicizia adolescenziale. A parlarne con Dario Zonta sarà lo sceneggiatore Marco Pettenello. La proiezione sarà preceduta dalla visione di un video sull’esperienza in Ecuador della Comunità di Capodarco.

Esaurite le tre serate dedicate al “grande” cinema, si entra nel vivo del IX° premio “L’Anello Debole”, il prestigioso riconoscimento assegnato dalla Comunità di Capodarco.

Venerdì 26 giugno, a partire dalle ore 21.15, torna la maratona della “Notte dei corti”, con la visione 15  cortometraggi finalisti scelti dalla giuria di qualità presieduta da Giancarlo Santalmassi (ideatore del premio). I corti sono dedicati a svariati temi: dai migranti e i profughi al mondo visto dall’Isis; dall’Ebola ai crimini ambientali; dalle conseguenze della crisi economica al lavoro, dal carcere alla disabilità, e molto altro ancora.

La mattina di sabato 27 è previsto il Radio Bus”, con l’ascolto dei finalisti della sezione audio cortometraggi. La sera, dopo il voto della giuria popolare che si aggiungerà a quello della giuria di qualità, l’attesa premiazione per le quattro sezioni e l’assegnazione dei due premi speciali previsti da quest’anno: quello al miglior video su tematiche ambientali promosso dal consorzio Ecopneus, e quello sulla migliore campagna sociale veicolata su web.

A presentare la serata il direttore artistico del premio Andrea Pellizzari.