Tempo di lettura: 2 minuti

Cremona. Gli ex allievi dell’Orfanotrofio hanno commemorato i 94 anni di vita della loro Associazione “Lazzaro Chiappari” nel salone del Consiglio della Fondazione città di Cremona vivacizzato dagli acquarelli della mostra di Anselmo Bucci. Come da tradizione l’incontro ha rappresentato sia il momento della celebrazione della fondazione che un dialogo aperto con i rappresentati delle istituzioni circa i temi sociali perseguiti dal sodalizio tramite il volontariato, quali: solidarietà, sostegno e amicizia nei confronti del bisogno.

Nel corso dell’evento, come da tradizione, sono stati consegnati gli attestati di fedeltà all’associazione a due soci, oltre ad un riconoscimento a Monsignor Giuseppe Soldi, assurto a “Socio Amico”, per la disponibilità sempre offerta al Sodalizio.

Grazie al contributo di soggetti sostenitori, fra i quali la Cassa Padana  filiale di Cremona, sono stati assegnati attestati di natura economica, individuali e di gruppo, agli ospiti delle comunità, quali riconoscimenti di risultati di crescita e/o incentivi per i percorsi formativi in essere e per contribuire a realizzare educative iniziative. Un riconoscimento anche all’ Operatore Educativo dott. Federico Paroli della cooperativa Sentiero che da 19 anni svolge il proprio servizio presso le Comunità per i minori del Comune.

Presenti, assieme ai soci, autorità cittadine civili e militari, personalità divenute “amiche”  dell’associazione, i giovani ospiti delle comunità per minori del Comune di Cremona con i loro educatori, e quindi le delegazioni delle associazioni consimili di Milano, ex Martinitt e ex Stelline, e di Vercelli, ex Ciudin.

L’unicità dello spirito che alimenta i soci ex allievi derivante dall’esperienza di vita risiede nell’opera di aiuto ai ragazzi ed agli “ex” allievi in difficoltà che sta proseguendo nel tempo. Opera perseguita adattandosi alle necessità emergenti fin da 1924 anno di fondazione, che ebbe elemento aggregante la posa di una lapide riportante i nomi degli Ex Allievi caduti nella guerra 1915-18 di cui ricorre quest’anno il centenario della fine.

La Vice Sindaco Maura Ruggeri ha espresso il suo elogio per l’attività dell’associazione, vista come parte attiva del Welfare cittadino in stretta collaborazione con Fondazione Città di Cremona azione della quale la città deve essere orgogliosa per gli importanti risultati a favore di anziani, minori, e in generale di chi si trova in situazioni di difficoltà. In questa fase storica in cui individualismo prevale anche tra i giovani, “voi siete testimonianza del valore della solidarietà, un bene più che mai da tutelare”.

La giornata era iniziata con la Messa in suffragio dei defunti officiata nella vicina chiesa di San Siro, proseguita poi con la posa di una corona di alloro alla lapide, posta nell’androne di ingresso del Palazzo della Carità, riportante il nome degli ex Allievi Caduti nelle due grandi guerre del secolo scorso. Un partecipato pranzo sociale ha concluso la giornata di festa.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *