Tempo di lettura: 2 minuti

Le acque turchesi, la natura incontaminata, le cittadine ricche di storia, ma anche i sapori più autentici, regalo di una terra e di un mare generosi: nascono da questi punti di forza i nuovi Itinerari del gusto, fortemente voluti dalla Fondazione Torri e Tonnare del Litorale Trapanese.

Un territorio ricco di risorse e di attrattori già noti a livello nazionale e internazionale, quello
coinvolto dagli Itinerari, che avranno anche l’obiettivo di allungare la stagione turistica di questo spicchio di Sicilia Occidentale. Il progetto, finanziato dalle risorse del PO FEAMP 2014/2020, è sotteso al completamento del già ricco quadro di proposte volte a valorizzare e promuovere il territorio.

Custonaci, Erice, Marsala, Mazara del Vallo, Paceco, Petrosino, San Vito lo Capo, Trapani e Valderice sono le località protagoniste del progetto in fase di realizzazione, che vuole
anche valorizzare i 200 km di costa del territorio, con le quattro marinerie pescherecce di Marsala, Mazara del Vallo, San Vito lo Capo e Trapani.

Non si può dunque prescindere dal mare, principale trait d’union del territorio, cuore di una
cultura marinara radicata nei secoli e che oggi è risorsa fondamentale, con una flotta peschereccia che può contare su 250 imbarcazioni.

Il mare di Sicilia, attrazione primaria per chi sceglie il Trapanese come destinazione per la propria vacanza, è solo una delle molte peculiarità che questo territorio può offrire.

Dal Museo del Satiro di Mazara del Vallo al Museo archeologico Baglio Anselmi di Marsala – che ospita l’unico esemplare di nave punica giunta a noi –, fino alla Riserva
naturale integrale Saline di Trapani e Paceco e al Museo della Preistoria del Mare di Trapani.

Senza dimenticare il suggestivo borgo medievale di Erice, le “muciare”, imbarcazioni utilizzate per la mattanza nel territorio di Valderice, e, ancora, la perla turistica di San Vito Lo Capo.

Gli itinerari del gusto sono pensati per intercettare le richieste dell’offerta turistica ed enogastronomica di questo territorio e racchiudono le eccellenze artistico-culturali, paesaggistiche e naturali attraverso percorsi declinati sulle squisite tipicità del territorio: dal tonno al sale, dal pescato locale al gambero rosso.

La tradizione enogastronomica del territorio è un’eccellenza riconosciuta a livello internazionale, grazie anche a numerose produzioni a denominazione di origine protetta, geografica e tipica e ad alcuni presidi Slow Food.