Cremona. A Londra, New York, Parigi, Berlino, sono sempre di più gli apicoltori urbani che hobby, passione per la natura o per coscienza ecologica si dedicano all’allevamento della api in città, producendo un ottimo miele. Cremona Urban Bees è un progetto di educazione ambientale che attraverso l’apicoltura urbana vuole anche sviluppare la partecipazione attiva dei cittadini circa un progetto comune di rilievo per i “beni comuni”, di cui l’ambiente fa parte a pieno titolo.

Sabato 12 ottobre alle ore 17.30 presso il Museo Civico della Civiltà Contadina, Cascina Cambonino Vecchio, la presentazione del “Miele Urbano” prodotto dalle api di Cremona Urban Bees – CRUB.

Sarà un’interessante occasione per conoscere la biodiversità cittadina e scoprire il “territorio urbano” attraverso il miele, ma anche per assaggiare il frutto del prezioso lavoro delle api accudite con passione e rispetto dagli “apicoltori urbani” formati da Cremona Urban Bees.

Il progetto aggregativo CRUB, curato dall’Associazione “Città Rurale”, è diventato “Patto di Collaborazione” con il Comune di Cremona riconoscendo l’ape quale “bene comune” da tutelare: durante l’incontro saranno presentate alcune iniziative già programmate per l’inverno 2019-2020.

Apicolturaurbana.it promuove e sostiene l’apicoltura in contesti urbani come strategia per risolvere lo spaventoso problema della scomparsa delle api dal nostro pianeta. La città è diventato un luogo protetto per questi fondamentali insetti impollinatori, un ambiente lontano da pesticidi e concianti utilizzati invece in modo massiccio nelle campagne.

Ogni anno perdiamo il 40% degli alveari, agricoltura intensiva, l’uso diffuso e onnipresente di pesticidi e i cambiamenti climatici stanno decimando la popolazione degli insetti impollinatori. Queste sostanze chimiche, progettate per uccidere gli insetti, sono ampiamente utilizzate e diffuse nell’ambiente, specialmente nelle aree agricole.

Il 35% della produzione di cibo a livello globale dipende dalle api. Delle 100 colture da cui dipende il 90% della produzione mondiale, 71 sono legate al lavoro di impollinazione e, solo in Europa, ben 4.000 diverse colture crescono grazie alle api.