Tempo di lettura: 3 minuti

Brescia. Una serie di incontri sulle arti e il cibo, sono gustose occasioni per solleticare i sensi e la mente proposte dall’associazione culturale Colori e Sapori in programma ogni mercoledì, dal 1 aprile al 13 maggio dalle ore 18.30 alle 20. Gli incontri sono presso la sede dell’associazione in via del Risorgimento, 18  a Brescia.
arcimboldo prova

Si terranno sette appuntamenti dedicati al rapporto tra Arti e cibo. Un ciclo d’incontri che intende analizzare il tema del cibo, leitmotiv di molte manifestazioni culturali del 2015 in Italia, con alcuni spunti originali. Si parlerà di Arti al plurale, per non limitare l’approfondimento alla sola pittura, arte visuale per eccellenza, ma per offrire una visione più ampia e articolata, includendo alcune delle discipline che hanno trattato il cibo nelle loro diverse modalità rappresentative: antropologia, archeologia, arti applicate, cinema, letteratura e musica.

Il cibo come nutrizione soddisfa un bisogno naturale ineludibile, ma il pasto quotidiano e la sua forma più elevata, il banchetto, hanno assunto in ogni epoca un ruolo fondamentale, quello di legame sociale. Le diverse culture e le loro espressioni artistiche hanno di conseguenza interpretato un aspetto umano così fondamentale, attribuendo al cibo e alla tavola un’ampia serie di valori simbolici e introducendo un’estetica che risponde a un desiderio più di quanto non soddisfi un appetito.

Negli incontri in programma verrà quindi approfondito il tema del cibo e della sua rappresentazione attraverso l’antropologia, con un excursus che si estende dall’epoca classica fino ai fasti rinascimentali; la pittura, con la rappresentazione forse più immediata ma ricca di simboli: la natura morta, per arrivare alle derive e alle mutazioni dell’arte contemporanea; le arti applicate, che ci sorprenderanno con la raffinatezza de “l’art de la table”. Il cinema e la letteratura, per scoprire come la parola e la recitazione hanno saputo tradurre il pasto, il banchetto e il simposio, per terminare con l’arte più distante dall’aspetto visuale, ma sempre ricca di suggestioni, la musica.pitocchetto

Gli incontri del corso saranno tenuti da diversi relatori, storici dell’arte, critici, esperti in arte, cinema, musica.

 

Il programma

01/04/2015 – Federica Novali: Di tavola in tavola: l’arte del convivio dall’antica Roma alla corte dei Medici

08/04/2015 – Roberta D’Adda: La “natura morta”: protagonisti, temi e simboli

15/04/2015 – Stefania Cretella: Servizi della tavola, dal Rinascimento al design

22/04/2015 – Enrico Valseriati: Al desco dei nobili, al tavolo dei poveri. Costumi, ricette e sapori nella Lombardia veneta del Rinascimento

29/04/2015 – Paolo Bolpagni: Scatolette, pillole, scarti, avanzi. Cibo, sregolatezza e consumismo nell’arte del Novecento, dal Futurismo a oggi

06/05/2015 – Daniele Pelizzari: Gola. Storia di uso e abuso nel cinema

13/05/2015 – Luigi Radassao: Cavoli a merenda: musiche da intavolare e altre zuppe A. Sordi

Inoltre per  approfondire i temi degli incontri:

11/04/15, ore 15 Visita guidata alla mostra Il cibo nell’arte a Palazzo Martinengo 

22/04/2015, ore 20.30 Cena rinascimentale, liberamente ispirata dal testo della Massera da bé, analizzato da Enrico Valseriati Presso il ristorante della Casa del Popolo “Arcimboldo” 

16/05/15, ore 15 Racconti in giardino di aromi e di miti: Federica Novali incontrerà i partecipanti nel suggestivo giardino delle domus dell’Ortaglia (Museo di Santa Giulia) per raccontare miti e leggende legati alle piante e l’uso di queste nella cucina e nella farmacopea antica. Di seguito si entrerà nelle abitazioni romane per rivivere i fasti e l’atmosfera di un antico banchetto, tra pentole, anfore, mosaici e triclini

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *