Tempo di lettura: 1 minuto

Colori, disegni, passione, fantasia, sogni. Sono i bambini gli artisti che hanno ridisegnato Borgo Vecchio, un quartiere di Palermo.

Lo hanno fatto con un progetto che potrebbe essere replicato ovunque e che a novembre dovrebbe fare il bis, sempre a Palermo.

Murales

Borgo Vecchio factory è un progetto di promozione sociale per venti bambini portato avanti dalla start up – no profit Push in collaborazione con Per esempio onlus ed Ema Jons, street artist di Como.

Il progetto è uno strumento per coinvolgere i bambini e riqualificare Borgo Vecchio, conosciuto per essere uno dei quartieri più poveri della città e con un livello di scolarizzazione bassissimo.

Attraverso un ciclo di sei mesi in un laboratorio di pittura creativa, i venti bambini insieme allo street artist Jons hanno realizzato, sulla base dei loro disegni, vari murales in lungo e in largo per il quartiere.

Murales

L’iniziativa è stata sostenuta attraverso una campagna di crowdfunding tuttora aperta e che ha già raccolto molti più euro dei 5000 ipotizzati e  che metteo in palio shopper serigrafate, stampe numerate di Ema Jons, segnalibri e molto altro.

Ecco i murales già realizzati.

CONDIVIDI
Macri Puricelli
Nata e cresciuta a Venezia, oggi vivo in mezzo ai campi trevigiani. Fra cani, gatti, tartarughe, tre cavalle e un'asina. Sono laureata in filosofia e faccio la giornalista da più di trent'anni fra quotidiani e web. Dal 2000 mi occupo della comunicazione on e offline di Cassa Padana Bcc e dallo stesso anno dirigo Popolis. Quanto al resto...ho marito, due figli e tanti tanti animali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *