Tempo di lettura: 3 minuti

Salò (Brescia) – Anche Attilio Forgioli, il noto artista salodiano di adozione, è stato catturato dall’estro artistico di Lionella Parolari, membro del Consiglio Direttivo della Associazione Artisti Bresciani. Rimasto affascinato dalle opere di Lionella, ammirate in occasione dell’annuale Rassegna “Ricognizioni” promossa da AAB nel 2018, alla quale era stato invitato, ha deciso di acquisire permanentemente ben tre sue opere per la Civica Raccolta del Disegno di Salò, con sede presso il Musa.

Colpito dalla forza dell’arte di Lionella, Attilio ha fortemente voluto approfondire la sua conoscenza e ha lavorato per acquisire “Interpretazioni d’autore” e “Le città immaginarie“, le due opere da aggiungere ad una terza “Omaggio a Christo e Jeanne Claude” già presente, precedentemente donata dalla stessa artista alla collezione del Musa.

La felice mano di Lionella Parolari reinterpreta brandelli di manifesti, con un’operazione di collage su cui passa il segno nervoso di una biro e di un pennarello, che contamina con festosi disegni” – Milena Moneta.

Lionella Parolari è nata a Brescia nel 1951 e tiene il suo studio pittorico a Sarezzo. Diplomata nel 1972 all’Istituto d’Arte, frequenta poi l’Accademia di Belle Arti di Brera. Da sottolineare nell’attività artistica, l’importanza del lavoro svolto per oltre 40 anni nel campo della comunicazione e della pubblicità nei giornali quotidiani e riviste. Fortemente impegnata nel lavoro, l’attività artistica resta sopita ma non dimenticata e riprende, alla metà degli anni ’90 in seguito a viaggi in terre diverse e lontane, dove il tempo dai ritmi lenti, libera la mente e apre nuovi orizzonti. Taccuini, quaderni, fogli, vengono lavorati, segnati e disegnati instancabilmente alla ricerca del tempo perduto.

Particolare importanza riveste la fotografia. Infatti, alla fine degli anni ’70 si appassiona alla fotografia e il suo lavoro inizialmente prende lo spunto dagli scatti di manifesti stradali strappati, realizzati negli anni precedenti, e ripropone le stesse emozioni su tela, tavola e cartone: “…l’artista si appropria di frammenti di un racconto visivo destinato all’oblio, affidando alle lacerazioni, alcune coperte di smog, la consapevolezza di un magico mondo dell’apparenza ora riattualizzato.” – G.Guiotto.

Nel 2015 espone con una personale a Brescia e ha fatto conoscere al pubblico bresciano le sue originali opere con la presentazione critica di don Luigi Salvetti: “Il nucleo più profondo della vita pittorica di Lionella Parolari proviene dagli anni della maturità lavorativa, trascorsa in mezzo alle sue predilette attività giornalistiche, organizzative e pubblicitarie. Questo le ha sicuramente concesso di costruirsi un severo impianto interiore dove, conoscenza, struttura organizzativa e gusto dell’immagine hanno trovato una sintesi meravigliosa nella pittura“.

Sempre nel 2015 espone a Villa Glisenti a Villa Carcina e nel 2016 nella Chiesa di S. Lorenzo a Gussago in una mostra al femminile. Nello stesso anno, espone a Brescia nella sala comunale dei Santi Filippo e Giacomo con la presentazione critica di Dino Santina, Presidente dell’ AAB (Associazione Artisti Bresciani) e da Massimo Tedeschi, editorialista del Corriere della Sera.

Nel gennaio 2017 viene eletta nel Consiglio Direttivo dell’Associazione Artisti Bresciani. Nel 2017/18 è presente in collettive nella sede dell’AAB a Brescia, a Bagnolo Mella nello storico palazzo Bertazzoli, a Villa Badia a Leno e a Villa Glisenti “…i suoi labirinti, che combinano tecniche e materiali diversi, sono carichi di colore e festosi, attraversati dalle linee nervose di pennarelli dalle varie punte o di biro che ricordano la mano che si muove quasi guidata dall’inconscio a creare trame complesse, apparentemente solo decorative – sono mondi magici e onirici, le città invisibili di calviniana memoria- fra i quali fanno capolino volti carichi di innocenza…dentro una mescolanza di antico e moderno, tra assemblaggi e rivisitazioni, scarti che suggeriscono punti di vista nuovi, visioni inesplorate.” – Milena Moneta.

Sue le scenografie nelle stagioni televisive 2017/2018 nel programma “ 1000 sfumature di Vita” Seilatv Bergamo. Nel 2019 tre sue opere sono presenti nella Civica Raccolta del Disegno a Salò. Nell’ultimo periodo le sue opere vengono dipinte direttamente sul retro dei manifesti stradali con l’innesto di vistosi tratti personali accostati a collage di manifesti strappati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *