Tempo di lettura: 2 minuti

Padernello, Brescia. Hanno un sapore fatato le sere d’astate al borgo di Padernello, le lucciole danzano nel fossato che da cinque secoli cinge il magnifico maniero. Le sera esaltano i profumi che salgono dalle cucine delle osterie, riempiono l’aria genuina, dove l’aroma del buon cibo ti invita a sederti a tavola, un’armonia che resiste ancora nel tessuto d’una vita sana e scandita dallo scorrere delle stagioni, profondamente legata alle tradizioni e alla gestualità d’antichi saperi tramandati oralmente.

Domenica 23 giugno torna Padernello a Tavola, dalle ore 19 la cena itinerante per il borgo rurale in cui sarà possibile degustare i sapori locali presso i ristoranti del borgo fino ad arrivare al Castello di Padernello. Un’occasione in cui poter coniugare la buona tavola e la partecipazione al recupero del Castello, bene di inestimabile bellezza e valore per l’intera comunità.

Padernello a Tavola, più che una cena itinerante, è un’esperienza da vivere, dove gli ospiti assaporeranno da seduti le prelibate pietanze spostandosi, di piatto in piatto, nei quattro rinomati ristoranti di Padernello.

Una cena itinerante, passando da un ristorante all’altro del paesino rurale di per giungere infine al Castello, ultima tappa di un gustoso percorso tra i piatti tipici della Bassa Bresciana. Padernello a Tavola è un’esperienza da vivere di piatto in piatto per assaporare e scoprire le prelibatezze del territorio, che contribuisce al miglioramento del restauro del maniero quattrocentesco, recuperato e valorizzato come luogo di storia e di cultura dopo anni di abbandono.

La cena itinerante, a base di materie prime di stagione e prodotti selezionati che rispecchiano la tradizione bresciana, a cui verranno abbinati vini del Consorzio Montenetto. Si comincia con l’aperitivo al ristorante La Dispensa, per poi assaporare l’antipasto nel Ristorante La Bianca, i primi piatti nella Locanda del Vegnot e il secondo tra le tavole dell’Osteria Aquila Rossa, fino ad attraversare il ponte levatoio sul fossato che dà accesso al Castello di Padernello, luogo di una degustazione di formaggio, dolci e caffè.

Il ricavato della cena servirà alla Fondazione Castello di Padernello per sostenere i costi dell’impianto di illuminazione del mastio, la torre più alta del Castello, da cui ammirare il paesaggio offerto dal borgo agricoloe dalla campagna, riaperto al pubblico per visite speciali a partire dallo scorso anno. A rendere più conviviale la serata ci sarà la banda Santa Cecilia di Borgo San Giacomo diretta dal maestro Francesco Amighetti. Sarà inoltre possibile visitare nel maniero la mostra “Virgilio Vecchia. Novecento”, dedicata ai dipinti del pittore bresciano dei primi anni del ‘900, le cui opere sono espressione del minuto mondo domestico, come realtà frugale e familiare.

Menù e prenotazione

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *