Tempo di lettura: 2 minuti

Ferrara. Un week end alla scoperta del progetto Historical CAstle ParkS con Monumenti Aperti, durante entrambe le giornate di manifestazione di Ferrara Monumenti Aperti 2019, sabato 26 e domenica 27 ottobre, sarà possibile ammirare i risultati dell’azione pilota locale del Progetto Interreg Central Europe HICAPS (Historical CAstle ParkS).

Hicaps è dedicato all’individuazione e valorizzazione di nuovi modelli di gestione dei parchi storico naturalistici siti in varie parti d’Europa: dalla Slovenia, alla Polonia, alla Croazia e in Italia.

Il progetto europeo ha finanziato, in città, la realizzazione di un percorso turistico dedicato alla valorizzazione del parco storico delle Mura attraverso la posa di una segnaletica storico, culturale, naturalistica di approfondimento.

La manifestazione Monumenti Aperti, dopo aver sviluppato il focus sul Seicento ferrarese nella prima edizione e quello sul Novecento nella seconda – si dedicherà quest’anno proprio alle Mura, tema centrale del progetto europeo.

Proprio per l’attività di promozione del nuovo itinerario tematico e attraverso idonea procedura, il Comune di Ferrara ha affidato all’Associazione Culturale Ferrara Off la progettazione e realizzazione di un tour specifico a bordo di un piccolo bus turistico che, con partenza dalla Palazzina dei Bagni Ducali, costeggerà l’intera cornice muraria.

Come da tradizione, ad accompagnare i partecipanti, le giovani guide degli istituti scolastici ferraresi. Un’occasione per riscoprire questo prezioso patrimonio storico e paesaggistico, spesso dato per scontato e poco conosciuto.

Per partecipare alle visite guidate in bus è necessario prenotare il proprio posto al numero 333.6282360. La prima visita è prevista alle ore 11.00 di sabato, l’ultima alle 15.00, con partenza ogni ora. Domenica invece l’orario sarà dalle 10.00 alle 15.00.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *