Brescia – Sabato 13 febbraio alle ore 20.45, presso il Teatro San Costanzo di Nave, si terrà un accattivante concerto di musica classica, “Le Otto Stagioni” che accosta le Quattro Stagioni di Antonio Vivaldi con Las Cuatros Estaciones Portenas di Astor Piazzolla. L’evento è organizzato dal Comune di Nave in collaborazione con l’Associazione Cieli Vibranti.

Due compositori separati nel tempo da due secoli e mezzo. Eppure nati entrambi in città di mare sotto il segno dei pesci. Due città separate da circa undicimila chilometri di distanza. Anche gli emisferi in cui si trovano sono diversi: quando a Venezia è estate, a Buenos Aires è inverno, e viceversa. Eppure il ciclo delle stagioni è sempre lo stesso: primavera, estate, autunno, inverno, di nuovo primavera…

Le quattro stagioni di Vivaldi furono pubblicate nel 1725 nella raccolta “Il cimento dell’Armonia e dell’Invenzione”; quattro concerti per violino che si collocano sicuramente fra i brani più noti nella storia della musica, concerti nei quali viene rappresentata la natura, sia nella dolcezza della visione arcadica che negli aspetti più inquietanti ed ostili. Vivaldi, detto il prete rosso, è considerato uno dei maestri della scuola barocca italiana.

Las cuatro Estaciones porteñas vengono scritte dal 1964 al 1970, originariamente composte da Piazzolla per il suo Quintetto, nel quale egli stesso suonava il bandoneon. L’aggettivo “porteñas” si riferisce al porto di Buenos Aires, nel quale nacque il tango. E di tango è impregnata la musica di Piazzolla, arricchita da elementi di musica colta europea e da ritmi jazz.

Sul palco del Teatro San Costanzo si esibiranno Anca Vasile al violino solista e Davide Bonetti alla fisarmonica. Saranno accompagnati da un quartetto d’archi: Rita Mascagna, primo violino; Giulia Marcomini, secondo violino; Guido Miglioli, viola; Silvia Rotondo, violoncello.