Tempo di lettura: 2 minuti

Milano. Al termine della Prima guerra mondiale un gruppo di reduci l’8 luglio 1919 costituì l’Associazione Nazionale Alpini. Avvenne a Milano, presso la Birreria Spatenbräu il cui proprietario era Angelo Colombo, uno dei soci fondatori, e fu l’inizio di una lunghissima marcia che dura tuttora. Le penne nere degli Alpini per festeggiare il centenario della fondazione dell’associazione si ritrovano dopo un secolo nel capoluogo.Dal 10 al 12 maggio centinaia di migliaia gli Alpini che sfileranno per la città, fieri del loro operato dopo il dramma dei conflitti mondiali. Tantissimi gli appuntamenti che esprimono la vera identità Alpina attraverso canti, musiche, fotografie, disegni, reperti storici, visite speciali e tanti altri eventi culturali in programma nei tre intensissimi giorni della manifestazione.

Spirito di corpo, fedele a sentimenti, quali l’amor di Patria, l’amicizia, la solidarietà, il senso del dovere, cementato durante la “naja”, l’associazione ha saputo esprimere queste doti, intervenendo in drammatiche circostanze, nazionali e internazionali, dal Vajont (1963), al Friuli (1976/’77) dove nacque di fatto la Protezione Civile nazionale, dall’Irpinia (1980/81), alla Valtellina (1987), all’Armenia (1989), all’Albania a favore dei kosovari (1999). E ancora in Valle d’Aosta (2000), in Molise (2002), nell’Abruzzo terremotato (2009-’10), in Pianura Padana (2012) e in Centro Italia (2016-’17).

L’Associazione Nazionale Alpini presenta un organico di 348.956 soci (a dicembre 2017), con 80 sezioni in Italia, 30 sezioni nelle varie nazioni del mondo, più 8 gruppi autonomi: cinque in Canada (Calgary, Sudbury, Thunder Bay, Vaughan e Winnipeg), in Colombia, Slovacchia e a Vienna. Le Sezioni si articolano in quasi 4.500 Gruppi. Ai 268.996 soci ordinari si aggiungono circa 80mila Aggregati.

Sono 500.000 le persone attese domenica per la sfilata conclusiva del raduno per il centenario, sarà possibile assistervi ai lati del percorso che si snoderà per le vie della città. Ecco il programma del percorso: corso Venezia, piazza San Babila, corso Matteotti, piazza Meda, via San Paolo, corso Vittorio Emanuele, piazza Duomo, via Orefici, piazza Cordusio, via Dante. Si scioglierà in Largo Cairoli e nei due bracci di Foro Bonaparte. Lungo tutto il tragitto e in viale Città di Fiume, Bastioni di Porta Venezia, via Manin, via Palestro, viale Majno e viale Bianca Maria.

Atm ha predisposto un servizio straordinario per agevolare gli spostamenti e consentire lo svolgimento delle manifestazioni. Venerdì e sabato le linee della metropolitana resteranno in servizio fino alle ore 2; domenica 12 maggio tutte le linee saranno potenziate con treni aggiuntivi. Prolungate anche le linee notturne degli autobus.

Milano è pronta ad accoglie le Penne Nere degli Alpini e lo spirito di solidarietà che incarnano. Il programma completo.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *