Gardone Val Trompia. Al museo delle Armi e della Tradizione Armiera di Gardone Val Trompia, apre al pubblico una mostra che si “inoltra” nelle fronde arboree che incorniciano la valle e che ispirano facilmente racconti da sera attorno al fuoco: “Le Storie del Bosco” inaugura venerdì 29 Aprile alle ore 20.30, presso villa Mutti Bernardelli a Gardone Val Trompia, con documenti, immagini e testimonianze di vita nel bosco. La mostra rimarrà aperta al pubblico sino al 29 ottobre.bosco fontana

La mostra pone l’attenzione del visitatore su documenti storici, oggetti e immagini che raccontano tradizioni e pratiche legate all’uso delle montagne nel passato. La scelta delle fonti offre un assaggio di usi e modalità di vivere il bosco in forma di stimoli visivi, olfattivi e tattili che potranno diventare punti di partenza per future ricerche e approfondimenti.

La selezione dei documenti è stata operata all’interno degli archivi storici dei Comuni aderenti al SIBCA di Valle Trompia, gli oggetti provengono dalla raccolta etnografica dell’Associazione Amici Antica Pieve della Mitria e dal Fondo Casagrande – Centro di documentazione di storia e di vita locale del Comune di Nave, dal Museo Etnografico di Lodrino, dalla collezione di reperti storici venatori della Provincia di Brescia, dal Museo delle Armi e della Tradizione Armiera di Gardone Val Trompia, le fotografie storiche sono state selezionate all’interno della Mediateca della Comunità Montana di Valle Trompia.Monte Guglielmo

Nel corso della serata di venerdì verrà presentato il volume “Il Guglielmo e i suoi versanti in Valle Trompia” scritto dai ricercatori locali Mauro Abati e Piergiorgio Bonetti. Il monte Guglielmo o meglio “Golem” che probabilmente significa tondeggiante, è la montagna per antonomasia dei bresciani, con la sua inconfondibile siluette domina l’orizzonte ed è una meta ambita dagli escursionisti locali, sia d’estate che in inverno.

Attraverso la precisa e puntuale ricostruzione storica-ambientale e una ricca documentazione fotografica, la pubblicazione descrive usanze e tradizioni delle aree montane valtrumpline,  permette al lettore e all’escursionista di avere un supporto preciso e puntuale per quanto riguarda gli itinerari e un approfondimento storico, valore aggiunto per meglio apprezzare un territorio così ricco di storia. Il volume è disponibile presso il Museo dalla data del 29 Aprile al costo di euro 10.