Cremona. Le ACLI organizzano un incontro per prepararsi alla visita all’EXPO e per riflettere sul tema principe dell’esposizione universale: “nutrire il pianeta”. Lo fanno incontrando don Antonio Agnelli venerdì 29 maggio Alle 17 presso il Circolo Conca via S. Francesco d’Assisi 5, a Cremona, ingresso libero. Don Antonio Agnelli presenterà il suo ultimo libro: “L’urlo degli impoveriti. L’economia tra Expo 2015 e papa Francesco”, edizioni Messaggero Padova.  Un titolo che già è una prefazione agli argomenti dell’incontro.libro

Il testo riflette, a partire dalle prese di posizione di papa Francesco, sul tema dell’EXPO 2015 “Nutrire il pianeta. Energie per la vita”. La situazione che si trova a vivere l’umanità è paradossale: un miliardo di persone soffre la fame, il resto spreca scandalosamente il cibo mentre i sistemi economici e politici speculano sui prodotti alimentari. Papa Bergoglio afferma che è urgente riflettere su questa economia che uccide e trasformarla in uno strumento che sia al servizio della vita degli impoveriti, il cui urlo va ascoltato e placato nella giustizia.

Antonio Agnelli, parroco della diocesi di Cremona ha ottenuto il dottorato in Teologia dogmatica presso la Facoltà teologica dell’Italia centrale a Firenze e ha insegnato Introduzione alla teologia presso l’Università Cattolica, sede di Cremona. Coordina il gruppo locale Oscar Romero. Tra le sue pubblicazioni segnaliamo: Il Cristo di Romero. La teologia che ha nutrito il martire d’America (EMI 2010); La logica del pane. L’eucaristia modello dell’economia (EMI 2011); Passione di Cristo, passione del mondo. Fare Quaresima dalla parte degli esclusi e delle vittime (EMI 2014); Oscar Romero. Profeta di Dio (EMP 2015).

L’incontro è organizzato dai circoli Conca, Cambonino, Chiari, Leone XIII, Paulli, Guindani, e la parrocchia S. Giuseppe.

 

 

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.