Tempo di lettura: 2 minuti

Cremona. Le ACLI organizzano un incontro per prepararsi alla visita all’EXPO e per riflettere sul tema principe dell’esposizione universale: “nutrire il pianeta”. Lo fanno incontrando don Antonio Agnelli venerdì 29 maggio Alle 17 presso il Circolo Conca via S. Francesco d’Assisi 5, a Cremona, ingresso libero. Don Antonio Agnelli presenterà il suo ultimo libro: “L’urlo degli impoveriti. L’economia tra Expo 2015 e papa Francesco”, edizioni Messaggero Padova.  Un titolo che già è una prefazione agli argomenti dell’incontro.libro

Il testo riflette, a partire dalle prese di posizione di papa Francesco, sul tema dell’EXPO 2015 “Nutrire il pianeta. Energie per la vita”. La situazione che si trova a vivere l’umanità è paradossale: un miliardo di persone soffre la fame, il resto spreca scandalosamente il cibo mentre i sistemi economici e politici speculano sui prodotti alimentari. Papa Bergoglio afferma che è urgente riflettere su questa economia che uccide e trasformarla in uno strumento che sia al servizio della vita degli impoveriti, il cui urlo va ascoltato e placato nella giustizia.

Antonio Agnelli, parroco della diocesi di Cremona ha ottenuto il dottorato in Teologia dogmatica presso la Facoltà teologica dell’Italia centrale a Firenze e ha insegnato Introduzione alla teologia presso l’Università Cattolica, sede di Cremona. Coordina il gruppo locale Oscar Romero. Tra le sue pubblicazioni segnaliamo: Il Cristo di Romero. La teologia che ha nutrito il martire d’America (EMI 2010); La logica del pane. L’eucaristia modello dell’economia (EMI 2011); Passione di Cristo, passione del mondo. Fare Quaresima dalla parte degli esclusi e delle vittime (EMI 2014); Oscar Romero. Profeta di Dio (EMP 2015).

L’incontro è organizzato dai circoli Conca, Cambonino, Chiari, Leone XIII, Paulli, Guindani, e la parrocchia S. Giuseppe.

 

 

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *