Tempo di lettura: 2 minuti

E’ entrata in vigore il 1° gennaio la Legge di Bilancio 2019 (Legge 145/2018) che stabilisce come reperire e impiegare le risorse pubbliche per l’anno in corso.

Sono stati riconfermati gli incentivi previsti dal Piano Impresa 4.0: l’iperammortamento per l’acquisto di beni materiali 4.0 è stato prorogato a tutto il 2019 con l’introduzione di una formula a 3 scaglioni a scalare sull’importo degli investimenti (vedi articolo), per l’acquisizione di software 4.0 (e per i canoni per le soluzioni cloud) è confermato l’ammortamento al 140%, mentre per il bonus formazione è prevista la proroga di un anno ma con importi differenziati per dimensione di impresa.

Ci sono inoltre nuovi fondi per l’acquisto di macchinari e software grazie alla Legge Sabatini (di cui a breve è prevista la riapertura dello sportello) e per investimenti aziendali più importanti tramite i Contratti di Sviluppo.

La legge di bilancio introduce una mini IRES al 15% (invece del 24%) per gli utili reinvestiti per investimenti macchinari e nuova occupazione, e un voucher per l’inserimento in azienda di un manager dedicato ai processi di innovazione.

E’ inoltre in partenza nel 2019 un Fondo per interventi volti a favorire lo sviluppo delle tecnologie e delle applicazioni di Intelligenza Artificiale, Blockchain e Internet of Things.

Novità anche per il credito di imposta per la ricerca e lo sviluppo: la percentuale di agevolazione varierà dal 25% al 50% per le differenti voci di spesa con un tetto massimo dimezzato a 10 milioni di euro. La buona notizia è che rientreranno fra le spese ammesse anche i materiali e le forniture (vedi articolo).

Stop invece al superammortamento sui beni materiali.

Per approfondire tali argomenti sarà presto disponibile sul sito di Gfinance la Guida agli Incentivi per il 2019 a cura del nostro ufficio studi.

CONDIVIDI
GFinance
GFINANCE opera da oltre 25 anni nel settore della finanza agevolata a fianco delle imprese e della pubblica amministrazione. Offre la propria consulenza per il reperimento di risorse finanziarie e di fondi pubblici, con l’attivazione e la gestione di strumenti regionali, nazionali e comunitari di finanza agevolata. Si è specializzata in ambiti che godono di particolare attenzione e rappresentatività: manifatturiero, energia e ambiente, agroalimentare, ict, smart city, welfare e salute.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *