Tempo di lettura: 1 minuto

Riapre dal 7 febbraio lo sportello per la presentazione delle domande di agevolazione sulla Legge Sabatini. Sono infatti stati sbloccati nuovi fondi a valere sulla Legge di Bilancio, ci sono 480 milioni di euro per i prossimi 6 anni, di cui 48 milioni per il 2019.

La Sabatini sostiene l’acquisto, anche in leasing, di macchinari, attrezzature, impianti (solo nuovi di fabbrica); hardware, software e tecnologie digitali; sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti.

L’agevolazione è subordinata a una richiesta di finanziamento bancario o leasing, e consiste in un contributo erogato dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Tale contributo è determinato in misura pari al valore degli interessi calcolati, in via convenzionale, su un finanziamento della durata di cinque anni e di importo uguale all’investimento, ad un tasso d’interesse annuo pari al 2,75% per gli investimenti ordinari, e del 3,575% per gli investimenti in tecnologie Industria 4.0.

L’incentivo è aperto alle piccole e medie imprese di tutti i settori produttivi, inclusa l’agricoltura.

Le domande già presentate nel mese di dicembre, e non accolte per esaurimento delle risorse disponibili, potranno essere ripresentate già dal 1° febbraio.

Finora sono state oltre 63 mila le domande presentate per un ammontare di contributo
concesso superiore a un miliardo di euro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *