Brescia. L’Osservatorio permanente sulle armi leggere e le politiche di sicurezza e difesa OPAL di Brescia insieme alla Rete italiana per il disarmo promuove sabato 9 febbraio dalle ore 15 alle 18.30, presso la sala conferenze dei Missionari Saveriani in viale Trento 119 , il convegno Legittima difesa, delitti e armi in Italia: per quale sicurezza?”

La prima parte del convegno sarà dedicata all’approfondimento delle problematiche sociali, culturali e giuridiche che concernono l’istituto della legittima difesa, il possesso e la diffusione delle armi in Italia dando voce soprattutto alle associazioni delle vittime, ma anche a giornalisti e studiosi che si sono occupati di queste tematiche. La seconda parte sarà dedicata ad una Tavola rotonda sul salone fieristico delle armi HIT Show Outdoor Passion”, la cui quinta edizione inizierà il giorno stesso a Vicenza.

Un convegno di grande attualità sia in considerazione del dibattito parlamentare riguardo alle annunciate modifiche della legge sulla “legittima difesa”, sia perché offre uno spazio di dialogo e di confronto pubblico a due rappresentanti autorevoli di associazioni da anni impegnate in iniziative culturali e legislative a difesa delle vittime di reati, sia infine, perché intende porre all’attenzione la questione della diffusione delle armi in Italia nel contesto dell’insicurezza, reale e percepita, e delle implicazioni sulla sicurezza pubblica nel nostro Paese.

L’Osservatorio OPAL di Brescia e Rete italiana disarmo, fin dalla prima edizione del salone fieristico hanno evidenziato l’anomalia di HIT Show nel contesto delle fiere espositive di armi dei paesi dell’Unione europea. HIT Show si contraddistingue, infatti, per essere l’unico salone in cui vengono esposte tutte le tipologie di armi cosiddette “comuni” (cioè, di fatto, tutte le armi tranne quelle propriamente definite “da guerra”) a cui è permesso l’accesso al pubblico compresi i minori “accompagnati da un adulto”, nel quale non è previsto alcun divieto.

La Tavola rotonda intende pertanto fare il punto sulle diverse iniziative nazionali e locali dando voce, oltre ai promotori del convegno, anche a rappresentati dei Consigli comunali di Rimini e Vicenza, del Consiglio regionale del Veneto e alle associazioni della società civile di Rimini e di Vicenza. Sono previsti interventi di Piergiulio Biatta presidente di OPAL, Kristian Gianfreda  Consigliere comunale di “Rimini Attiva”, Cristina Guarda Consigliera in Regione Veneto della “Lista Amp”, di un rappresentante dei Gruppi consiliari di minoranza di Vicenza e di esponenti delle associazioni di Rimini e di Vicenza. Modera il dibattito Andrea Frison (Giornalista del settimanale diocesano “La voce dei Berici”).

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.