Parma – A Leonard Bernstein, compositore e direttore d’orchestra statunitense tra i più innovativi e travolgenti, è dedicato il quarto e ultimo appuntamento del ciclo di incontri-concerto “Parole da ascoltare 2019”, organizza dal Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma.

Sabato 11 maggio, ore 17.00, nell’Auditorium del Carmine, verrà presentato il libro di Leonard Bernstein, “Scoperte” (Milano, Il Saggiatore, 2018) dal curatore Giovanni Gavazzeni (critico musicale e musicologo) che dialogherà con Graziano Ballerini e Michele Ballarini, docenti del Boito. Alla presentazione seguirà un concerto con musiche di Leonard Bernstein rielaborate da Alberto Tacchini e Franco Fusi, interpretate dagli allievi e docenti del Conservatorio di Parma.

Pubblicato nel centesimo anniversario della nascita, il libro “Scoperte”, raccoglie gli scritti di Leonard Bernstein che creano un mosaico di immagini e suoni, vite e vicende che restituiscono il volto radicale dell’America, un ritratto vivido in cui la storia civile confluisce in quella musicale e la musica si fa strumento di trasformazione della civiltà. Il compositore esplora i continenti antichi della musica classica, le nuove città del pop e gli edifici in chiaroscuro del jazz.

Da ogni scoperta affiorano infinite storie, ricordi personali e interpretazioni collettive: memorie che attingono all’infanzia, alla vita famigliare e alla precoce educazione musicale, come ai fatti di cronaca, ai drammi e alle rivoluzioni che hanno segnato il Novecento, o ancora analisi illuminanti sui maestri di sempre, Beethoven e Mahler, Mozart e Stravinsky, ma anche Koussevitzky e Copland. Senza mai perdere di vista i veri destinatari della sua arte: i giovani, a cui Bernstein dedica musiche, ascolti, lezioni, concerti, in un costante e trascinante coinvolgimento.