Mi riscrive Leoncina ’72, femmina, mano destra

grafo_leoncina72_3

Leoncina mi chiede, in post scriptum: “Perché scelgo sempre la biro per scrivere anche solo uno stupido biglietto della spesa, finchè non mi soddisfa?” E, nella lettera, mi parla della sua solitudine, della sua insoddisfazione di base.

Si è già data una risposta, ha già in mano gli elementi base da analizzare e da cui partire, per ottenere ciò che vuole. Leoncina non si butta nell’avventura, è cauta, “pretende”, ma non vuole smollarsi….tutto qui.

Ci sono esercizi mentali ad hoc, da effettuare, per riuscire a prendere la vita in modo meno rigido, meno diffidente…ci sono. Uno per tutti, il più semplice, e di grande efficacia, richiede un interlocutore possibilmente con la scrittura piccola, legata tra lettera e lettera e tondeggiante (ma, al di là della grafia, basta la disponibilità al colloqui ed una normo-intelligenza di base).

La tecnica consiste nel prendere in esame un argomento, un qualsiasi argomento, tipo quelli gettati in pasto ai lupi spettatori, il pomeriggio, da Rai2.
Che so: “La vacanza porta a tradire?”.
Uno dei due sceglie di sostenere la tesi del “Sì” e l’altro la tesi del “No”.

E, comodamente seduti, offrono le proprie motivazioni, cercando di convincersi a vicenda. Dopo 20 minuti circa, ci si scambia l’obiettivo: chi prima aveva parteggiato per il “No”, prende il “Sì” e viceversa. Ancora 20 minuti per convincere con argomentazioni, chi sta dall’altra parte. A che serve tutto ciò?

Serve e vedere gli accadimenti non da un solo punto di vista. Serve a valutare i pro e i contro, in modo oggettivo, di una qualunque situazione. Questo tipo di esercitazione apre la mente in modo giocoso, non sussiste la noia che può arrivare con altre, più calme e lente.

Ci sarebbero anche altre tecniche, altre strategie, ad esempio quella con i colori, o quella con la musica…ma, per ora, chiedo a Leoncina di provare un mesetto con questa che ho spiegato…e poi se ne parlerà ancora.

Anna Grasso Rossetti
Dopo l'insegnamento mi sono dedicata alla libera professione di: psicologa, perito grafico, esperto del segno presso i Tribunali, docente di psicologia della scrittura, di comunicazione fattiva e tecniche di rilassamento, consulente in Sessuologia, psicologa dello Sport. Sono iscritta al Collegio Lombardo Periti Esperti e Consulenti.