Cremona. “Addio – disse la volpe. – Ecco il mio segreto. È molto semplice: non si vede bene che con il cuore. L’essenziale è invisibile agli occhi”.

Nel dire addio al Piccolo Principe la volpe svela il segreto che in seguito diventerà la citazione più famosa tratta dal racconto. È il nostro cuore, molto più dei nostri occhi, lo strumento che ci è utile per osservare e per comprendere la realtà, gli altri e tutto il mondo che ci circonda.

Mercoledì 25 ottobre alle ore 17.30 presso la sala Eventi di SpazioComune in piazza Stradivari n. 7, si terrà l’incontro libero e gratuito: L’essenziale è invisibile agli occhi, da “il piccolo principe”, il linguaggio della cura e dell’amore. In collaborazione con l’Associazione Confine, interverranno le relatrici: Quintilla Somenzi counselor e Marina Grazioli  insegnante.

L’incontro è aperto a tutto perché come ricorda il Piccolo Principe: Tutti i grandi sono stati piccoli, ma pochi di essi se ne ricordano”. Tutte le persone che ora sono adulte in passato hanno vissuto la loro infanzia e sono state dei bambini, ma sono davvero in poche a tenerne conto. Eppure lo stratagemma per vivere un’esistenza più appagante sarebbe proprio quello di riscoprire il nostro bambino interiore e di ascoltare la sua voce. I bambini non sono adulti in miniatura. Sono gli adulti ad essere bambini un po’ cresciuti, anche se spesso se ne dimenticano.

Durante l’incontro saranno letti alcuni passaggi tratti dalla fiaba di Antoine de Saint-Exupéry “Il Piccolo Principe”, trattandoli secondo il linguaggio della cura e dell’amore.