Tempo di lettura: 2 minuti

Lonato del Garda (Brescia) – “Leggere è viaggiare senza la seccatura dei bagagli diceva lo scrittore Emilio Salgari. Il Comune di Lonato del Garda (Assessorato alla Cultura) fa sua questa affermazione e propone per il mese di aprile un “viaggio” in quattro tappe, tra pagine storiche, sogni e avventure. Quattro serate con gli autori in Biblioteca, nella Sala della musica di Palazzo Zambelli, organizzate in collaborazione con il gruppo “Lonato per Leggere“.

La rassegna “Letture a primavera” prenderà il via venerdì 6 aprile e ogni appuntamento, a ingresso libero, avrà inizio alle 20.45.

La prima data è con l’autore bresciano Michele Sgarro che presenta il suo libro “Mascheri Nudi. Caos inimitabile” (edito da Liberedizioni, 2017). E’ l’incontro tra D’Annunzio e Pirandello, fra verosimiglianza e letteratura, romanzo e critica, in pratica due libri in uno (con doppia copertina reverse) per indagare sulla vicenda di due grandi del teatro e della letteratura italiana, “introducendo una diversa conoscenza dell’anima e della scrittura degli autori, nel 150° della nascita di Luigi Pirandello”.
L’intervista all’autore sarà condotta dall’editore e giornalista Marcello Zane.

Secondo appuntamento, venerdì 13 aprile, con “Il giudice Albertano e il caso del giardino invisibile” di Enrico Giustacchini (Liberedizioni, 2018), quinto giallo storico della “saga di Albertano” che narra le vicende del giudice noto nel Duecento per i suoi scritti sull’economia solidale, chiuso nel castello di Gavardo (Brescia) e impegnato a risolvere intricati casi, fra incursioni nella storia del tempo e gli animi della superstiziosa popolazione medievale. Il nuovo caso è una sfida assai difficile per il giudice: nell’autunno 1235 la principessa Violante, in viaggio dall’Ungheria alla Spagna per unirsi in matrimonio con Re Giacomo d’Aragona, fa tappa nella città di Brescia e in suo onore viene messa in scena una enigmatica fiaba persiana… Alla scoperta di questo nuovo giallo ci guiderà l’autore, intervistato dal giornalista Marcello Zane.

Giovedì 19 aprile sarà la volta di “Horror Vacui. Se la paura è del vuoto” del giovane autore Marco Cantarini (ed. Serra e Tarantola), intervistato da Daniel Lorini. È la storia del piccolo Vittorio, che si ritrova immerso in un mondo totalmente sconosciuto perché, come spesso accade, il più bello dei sogni si può trasformare nel più macabro degli incubi.

Ultimo incontro, venerdì 27 aprile, con il geometra e scrittore Ugo Andreis che presenterà la sua raccolta di poesie “Strade e Sogni”, con le fotografie di Martin Vegas (ed. Il Corriere del Garda, 2018). L’autore rivoltellese racconterà se stesso e il suo grande amore per la cultura, attraverso i suoi versi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *