Tempo di lettura: 3 minuti

Tutto è cominciato in sordina, in maniera innocua, come avviene di solito con le catastrofi. Una farfalla batte le ali da qualche parte e il vento cambia, un fronte caldo si scontra con uno freddo a largo della costa dell’Africa occidentale e in men che non si dica ecco approssimarsi un uragano. Quando ci rendemmo conto della tempesta in arrivo, era ormai troppo tardi per fare qualcosa eccetto inchiodare assi alle finestre e tentare di limitare i danni.
E noi siamo quelli che limitano i danni.

Mi chiamo MacKayla Lane. Abbreviato in Mac. Sono originaria della Georgia, la zona che amorevolmente mi piace definire ‘il Sud’. La frase che più spesso uso è “giù dai noi, al Sud, la cavalleria esiste ancora“. Ho due genitori stupendi e fino ad una settimana fa la mia più grande preoccupazione era non trovare più la mia marca preferita di smalto per le unghie, una vera catastrofe cosmica. Ma soprattutto avevo una sorella.

Prima di quella fatidica telefonata la mia vita procedeva tranquilla, con me come attempata barista alla moda in un locale in di Ashford. Poi il mio mondo si è spaccato in due metà. Quella prima della Chiamata, e quella dopo.

Mia sorella era morta. Da sola in terra irlandese. E soprattutto il caso era stato chiuso alla velocità della luce. Nessuno aveva mai trovato il suo assassino. Come potevo restare qui in Georgia, con le mani in mano, senza aver mai vendicato la morte della mia sorella maggiore.

‘Oh, Mac, è andato tutto storto! Pensavo  di sapere quello che facevo. Pensavo che mi stesse aiutando, ma… dio non riesco a credere di essere stata tanto stupida! Credevo di essere innamorata di lui e invece è uno di loro, Mac!’. Un messaggio di Alina. Attonita, rimasi seduta immobile cercando di dare un senso a ciò che avevo appena sentito.

La mia Alina, che qualche ora prima di morire mi aveva lasciato un messaggio disperato al cellulare, che io avevo svogliatamente atteso prima di far riparare, per solezia e pigrizia, mi stava cercando. Non avevo potuto sentire per l’ultima volta la voce di mia sorella che mi chiedeva aiuto.

La mia famiglia non avrebbe mai capito, ma io non potevo restare qui, a trovare rassegnazione per il mio animo. Di certo non avrei mai immaginato cosa mi avrebbe atteso una volta giunta a Dublino. Esiste un mondo che per i più è invisibile, che si sta mangiando passo dopo passo la nostra Terra e la nostra vita. Pochi sono rimasti a poter contrastare questo mondo di cattiveria soprannaturale dilagante. Di certo io, la ragazzina del sud con le unghie Iceberry Pink, fissata per la tintarella part-time e la moda full-time, non avrei mai pensato di essere una pedina fondamentale di questo terribile macrosistema.

Individuai quattro macchie scure che erano fuori posto. Tre ferme nell’ombra proiettata dalle grondaie di un edificio a un paio di porte sulla destra, la quarta invece si provava a sinistra e si muoveva in maniera più evidente, allungando e ritraendo i propri tentacoli per saggiare i bordi della pozza di luce. ‘Stia sotto la luce’, si era raccomandato Barrons, ‘e sarà sempre al sicuro, Ms Lane’“.

La mia ancora di salvezza sarà una libreria ‘Da Barrons: libri e gingilli. Sono sempre stata una grande appassionata di lettura, e il primo naturale posto in cui mi sia rifugiata in terra straniera completamente sola era un luogo che mi potesse far sentire il calore e la sensazione di casa. Non sono più certa se questa libreria sarà la mia salvezza o la mia distruzione.

“‘Lei, Ms Lane, non deve mai entrare di notte nel quartiere abbandonato. La città si è dimenticata dell’esistenza di quella zona’, aveva spiegato Barrons. Io avevo sbuffato. ‘Le città non perdono interi quartieri. E’ impossibile’. Lui aveva abbozzato un sorriso. ‘Col tempo, Ms Lane, smetterà di usare quella parola!’“.

E voi, avete voglia di farvi questo viaggio con me?

Il segreto del libro proibito, firmato Karen Marie Moning, è il primo libro della serie Fever, una pentalogia sul paranormale orchestrata con grande maestria. Un fantasy diverso, fuori dal coro, che fonde in se le caratteristiche del thriller, dell’avventura e del paranormal, in un’amalgama sorprendente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *