E’ evidente che, anche se non possediamo i ritratti, tutti noi abbiamo avuto degli antenati vissuti nel Rinascimento, nel Medioevo, al tempo dei Romani, o all’epoca delle caverne… Facciamo un po’ di conti su questi antenati. Ogni bambino che nasce ha naturalmente 2 genitori, i quali hanno avuto a loro volta 2 genitori. Quindi ognuno di noi ha avuto necessariamente 4 nonni, 8 bisnonni, 16 trisavoli, 32 quadrisavoli, e così via. Risalendo all’indietro nel tempo in questo modo si arriva rapidamente a cifre astronomiche. Contando solo 3 generazioni per secolo, già nel Rinascimento si arriva a oltre 30.000 antenati; all’epoca delle crociate un miliardo di antenati; all’epoca dei Romani un milione di miliardi.

viaggi-nella-scienza-pagineAl tempo delle caverne, messi a contatto di gomito essi avrebbero occupato una superficie superiore a quella dell’intera Galassia. Ciò significa che c’è qualcosa di sbagliato in questo conto, perché sappiamo, secondo gli studi fatti dai paleontologi, il numero degli uomini vissuti sulla Terra non supera gli 80 miliardi. La contraddizione è spiegata dal fatto che la maggior parte di questi antenati erano la stessa persona: gli antenati degli altri individui erano in realtà in larga misura anche i nostri. In altre parole, siamo tutti parenti!“. – Piero Angela.

Viaggi nella Scienza. Il mondo di Quark” è il fortunato romanzo di Piero Angela che indaga una grande quantità di temi di carattere scientifico, come ad esempio l’esplorazione del nucleo atomico, la storia dell’evoluzione umana scritta nei cromosomi, la prospettiva di una guerra totale, i primi passi verso la colonizzazione dello spazio, e molto altro. Questo libro è la rielaborazione scritta del programma di grande successo Quark, condotto dallo stesso Piero Angela, che qui va ad approfondire e completare argomenti trattari nel programma televisivo.

Quark è il nome dato dai fisici a quelle particelle che si trovano nel nucleo dell’atomo che costituiscono così la parte più piccola di materia conosciuta. La ricerca del Quark simboleggia così una sorta di ricerca dell’ultimo pezzo nell’ultima scatoletta in un gioco di scatole cinesi. Da qui il nome “Il mondo di Quark”, che sta ad indicare la volontà ultima di andar dentro le cose per comprenderne chiaramente la struttura di base.

Piero Angela, con la sua lunga esperienza di divulgatore, non vuole fornire solo dati e informazioni scientifiche, ma con questo libro vuole insegnare a pensare, a comprendere in maniera critica la scienza e a mantenere un forte contatto con la realtà.