Tempo di lettura: 3 minuti

Mi scrive Libera, femmina, 24 anni, mano destra

grafo_libera

A questa lettera/sfogo, scritta in grafia chiara, armoniosa e ben distanziata, con ritmi “puliti”, si potrebbe rispondere in due modi, uno “amaro” ed uno “dolce”…scelga Libera a quale attenersi…

Versione amara
La sua frase “Io credo nell’amore puro, quello senza “ma”, “forse”, “se” o addirittura“senza limiti. Sono sicura, sto cercando e voglio l’amore, quello vero” è talmente romantica da presupporre che sia assidua lettrice di Harmony, collana di racconti che finiscono sempre bene, col vissero felici e contenti delle fiabe. Prima o poi, ogni essere umano spera nel Grande Incontro.

Ma la vita è realtà… Sull’amore, quello vero, sono state spese parole a fiumi ed oceani di inchiostro e montagne di carta (papiri annessi). Ma qui, è d’obbligo una domanda: quando, sette anni fa, Libera ha incontrato il suo “LUI”, ha creduto che fosse l’Amore Vero?..sì, di certo, altrimenti non avrebbe convissuto con lui, non avrebbe messo al mondo due figli. Già. I figli.

Intanto che Libera cerca l’Amore..dove stanno i figli?
Sono stanca di una storia che non mi rende felice al 100%”…Liberaaaa, svegliati! Nessuno è mai stato e sarà mai felice al 100%!!
Si può essere quasi completamente felici…si può credere di avere trovato la persona perfetta… ma è il tempo dell’innamoramento che fa diventare il/la partner l’Essere Meraviglioso che crediamo…durata media delle fette di prosciutto sugli occhi: circa due/tre anni…e i tempi vanno accorciandosi sempre più.

Scrive ancora di voler cercare “…l’uomo della mia vita con cui invecchiare
…Se non si ha una gran sopportazione, una gran pazienza, quell’uomo non si trova. La vita a due (ma qui sarebbero quattro) è fatta di stima reciproca, di infiniti – piccoli e costanti – aggiustamenti. Di reciproca attenzione e di apocalittica capacità di ingoiare, di tanto in tanto, rospi e rospetti (che non diventano MAI “principi azzurri”. E continuo a pensare ai due bambini…

Versione dolce
Libera è giovanissima, ed ha il diritto di sognare. Del resto, la sua età è, per i canoni correnti, ancora adolescenziale, visto che, oggi, si fa arrivare l’adolescenza fino ai trent’anni. E l’adolescenza è l’età dei grandi impulsi, delle grandi speranze. Ed è bello che, ancora, qualcuno riesca a sognare, dopo una delusione.

Significa che ha in sé la forza e la capacità di andare avanti, di continuare in una ricerca che è, in fin dei conti, quella di ogni essere umano. Come dice la Costituzione Americana: ogni persona ha il diritto di essere felice.
Se l’Uomo dei suoi Sogni esiste, auguro a Libera di trovarlo, di incontrarlo e di essere corrisposta.

Ma, in effetti, Libera come è identificabile, attraverso i suoi segni grafici?
La grafia di Libera è “svettante” come le sue speranze e rivela che la personalità:

  • non ama i compromessi
  • è portata a dire verità, anche disarmanti
  • scrupolosa
  • meticolosa
  • capace di “mantenere le distanze”
  • cauta
  • permeata di dolcezza
  • più analitica che sintetica
  • sensibilissima per tutto quello che concerne l’idealità
  • buon senso inficiato dall’orientamento verso idealismi e idealità
  • tendenza ad esaltare le proprie idee, con aderenza del comportamento
  • avversione per materialisti e materialismo
  • idealizzazione un po’ morbosa degli affetti

…quindi, la grafia è perfettamente adeguata a quanto Libera ha affermato: non è un momento passeggero…lei crede veramente in quello che ha scritto.

CONDIVIDI
Anna Grasso Rossetti
Dopo l'insegnamento mi sono dedicata alla libera professione di: psicologa, perito grafico, esperto del segno presso i Tribunali, docente di psicologia della scrittura, di comunicazione fattiva e tecniche di rilassamento, consulente in Sessuologia, psicologa dello Sport. Sono iscritta al Collegio Lombardo Periti Esperti e Consulenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *