Cremona. Arci territoriale avvia il V° Congresso, sabato 7 aprile presso il Centro Sociale e Culturale ARCI “Luogocomune” in Via Speciano, 4 a Cremona. I lavori inizieranno alle 9.30, dopo la registrazione di invitati e delegati/e, con la relazione della Presidente uscente, Emanuela Ghinaglia, quindi ci sarà spazio per i saluti e gli interventi dei e delle rappresentanti delle Istituzioni, delle organizzazioni e delle associazioni provinciali.

Al termine della mattinata, è previsto l’intervento di Francesca Chiavacci, Presidente Nazionale di Arci. Nel pomeriggio, i lavori proseguiranno con gli adempimenti congressuali, il dibattito e l’elezione degli organismi dirigenti, e con l’intervento di Massimo Cortesi, Presidente di Arci Lombardia.

Il Congresso eleggerà anche i/le delegati/e che parteciperanno ai Congressi Regionale e Nazionale per rappresentare il nostro territorio. Il percorso congressuale della Associazione, che andrà a compimento con il Congresso Nazionale nel mese di giugno, è iniziato lo scorso autunno e ha coinvolto in modo capillare tutti i circoli della Provincia, con la realizzazione di assemblee, seminari di approfondimento sui valori dell’associazionismo, sul codice di riforma del Terzo Settore, e sugli equilibri geopolitici dell’area del Mediterraneo.

Il documento politico che sarà discusso dai delegati e dalle delegate è stato costruito “dal basso”, nelle assemblee dei circoli e nelle discussioni pubbliche che in questi mesi hanno impegnato il gruppo dirigente dell’associazione e hanno visto la partecipazione di decine di volontari e volontarie.

Il titolo della giornata prende spunto dal documento nazionale, “Liberarsi dalle paure”: la cultura e la socialità come antidoto alle paure, come promozione dei diritti civili e dei valori sociali, in una società che sembra avere smarrito il filo dei legami di comunità.

Arci è la principale associazione laica del nostro paese e nella nostra Provincia conta più di tremila soci e socie, che svolgono attività che vanno da quelle più tradizionali (gite, feste) alla promozione di eventi culturali e musicali, alla partecipazione alle iniziative in coordinamento con le reti associative come Libera contro le Mafie, Filiera Corta e Solidale, Tavola della Pace, ReteDonne. Arci partecipa inoltre al Coordinamento del Forum del terzo settore e del Cisvol, e rappresenta nel nostro territorio una realtà importante del mondo del Terzo Settore.