Brescia. Al negozio di Spigolandia,  il negozio dell’usato che con oltre 600 metri quadri di esposizione in via Mantova nel cuore della città di Brescia, dedicherà in questi giorni pasquali uno spazio importante all’esposizione e alla vendita di libri d’arte di seconda mano. Si tratta di un’ampia raccolta di testi e cataloghi di scultura, architettura e altri generi d’arte che il negozio in questi mesi ha selezionato e messo da parte in vista di un momento tutto particolare riservato esclusivamente a loro.IMG_4868

Con migliaia di pezzi si offre a tutti la possibilità di acquistare grandi libri a prezzi davvero contenuti, per una tipologia di pubblicazione che, anche a causa di bellissime riproduzioni fotografiche, spesso raggiunge prezzi decisamente non economici. Sono libri notevoli anche per gli occhi, da conservare e sfogliare non solo per conoscere o approfondire, ma anche per godere di belle immagini, dedicati non soltanto agli appassionati d’arte ma a tutti coloro che guardano il mondo con curiosità.

Un luogo , Spigolandia , dove chi passa, per lavorare, per comprare, per guardare e muoversi, può scegliere di consumare in maniera responsabile: perché Spigolandia consente di realizzare percorsi di inserimento lavorativo, perché quello che si può acquistare è un bene scartato e recuperato.IMG_4857

Come per tutti gli altri beni usati in vendita presso Spigolandia, anche i libri usati incontrando nuovi proprietari acquistano una seconda vita, riducendo gli sprechi e i consumi, per diffondere la cultura, anche quella della sostenibilità.

Spigolandia è un’idea di Cauto, acronimo della cooperativa sociale  Cantiere Autolimitazione, che promuove l’integrazione sociale di persone con gravi difficoltà, attraverso percorsi lavorativi in ambito ecologico e ambientale, nel rispetto della natura.

 

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.