Concesio, Brescia. È un viaggio e un’avventura nell’arte la giornata di sabato 13 gennaio alla Collezione d’Arte Moderna Paolo VI, nell’appuntamento settimanale dei sabati della Collezione.

In occasione dell’esposizione monografica I tempi del cielo, in corso fino al 27 gennaio, dedicata a Gabriella Benedini, il museo propone un laboratorio per famiglie ideato e condotto dai servizi educativi in collaborazione con l’artista.

Un’esperienza unica, che toccherà le corde del cuore, alla scoperta dei segreti dell’opera d’arte. Gabriella Benedini ci inviterà ad aprire i suoi “libri illeggibili”, per riascoltare i racconti di viaggi fisici e simbolici, il cui ricordo è affidato agli oggetti più stravaganti raccolti sulla spiaggia d’inverno, ma anche agli incontri inaspettati, con uomini e donne di paesi lontani.

«Che cos’è un libro? Tutto dipende da cosa si intende per linguaggio. Per me è il tentativo di narrare tutto quello che si può supporre tra l’altezza del cielo e l’immobilità dei sassi…ogni mio libro è debitore della memoria racchiusa in una piccola traccia»

Gabriella Benedini condurrà grandi e piccini in un affascinante viaggio alla scoperta dei segreti del mestiere d’artista, raccontandoci di come nascono i suoi “libri illeggibili”, veri e propri scrigni, di cose e memorie.

Il laboratorio, a partire dallo spunto narrativo, stimolerà una riflessione sugli oggetti, apparentemente insignificanti, che spesso ci capita di raccogliere, selezionare e conservare. Ogni bambino potrà così assemblare il proprio “libro” polimaterico, metafora di un viaggio realizzato… o anche solo sognato.