Tempo di lettura: 2 minuti

Crema – Castellotti, La leggenda è oltre il traguardo  racconta l’attività sportiva del pilota di auto da corsa. Eugenio Castellotti nasce a Lodi nel 1930 da una famiglia aristocratica, le cui possibilità economiche gli consentono di dedicarsi alla passione per le automobili.

La sua carriera inizia il 1° aprile 1951 con la scuderia Marzotto, partecipando all’11° Giro di Sicilia e, alla fine dello stesso mese, prende parte alla Mille Miglia classificandosi sesto nella sua categoria e cinquantesimo fra tutti i partecipanti.

Nel 1952 avviene la svolta ed Eugenio ottiene le prime vittorie: primo nella sua categoria al Giro di Sicilia e alla Coppa d’Oro di Siracusa, dopo un testa a testa con Sighinolfi. Lascia poi la scuderia Marzotto per passare alla Guastalla e viene, infine, chiamato dalla Lancia per gareggiare nella Carrera Panamericana del 1953, dove arriva terzo dopo Fangio e Taruffi.

Nel 1955 ottiene il secondo posto al Gran Premio di Monaco. La Lancia, in difficoltà economiche, raggiunge un accordo con la Scuderia Ferrari, cedendogli auto e piloti. Castellotti giunge quinto a Zandvoort e terzo a Monza, ottenendo il terzo posto in classifica al termine della stagione.

Nel 1956 conclude il campionato solamente al sesto posto, però sbaraglia gli avversari nella Mille Miglia e conquista il titolo di Campione d’Italia. L’ultimo Gran Premio cui partecipa è quello di Argentina del 1957, dove risulta più veloce tra i ferraristi, ma la sfida con la Maserati 250 F è insostenibile.

Tornato in Italia, si reca a Modena per testare la nuova Ferrari 801, ma al terzo giro esce di pista e si schianta contro un cartellone pubblicitario mettendo fine a una promettente carriera.

Il Club Auto Moto Storiche Castellotti, è dedicato all’illustre cittadino lodigiano Eugenio Castellotti, che negli anni ’50 si dedicò con passione al mondo delle automobili e si distinse nelle competizioni motoristiche. Il Club Castellotti è un’associazione senza scopo di lucro, facente parte della Federazione ASI (Automotoclub Storico Italia) per la quale opera da tramite con i Soci appassionati di auto e moto storiche.

L’associazione sostiene e valorizza l’importanza culturale, storica e sociale dei veicoli storici promuovendo la conservazione ed il recupero di qualsiasi veicolo a motore che abbia compiuto vent’anni, valorizzandone l’aspetto culturale, che deriva dal fatto che questi mezzi sono stati protagonisti attivi e insostituibili della storia del Ventesimo secolo, esprimendone l’evoluzione tecnica, di costume e sociale.

Il Club si occupa principalmente della richiesta (all’ASI) e del rilascio (ai Soci regolarmente iscritti), di Certificazioni che attestano le caratteristiche di storicità e di autenticità dei veicoli: con questi documenti i proprietari dei mezzi possono ottenere l’esenzione dalla tassa di possesso, la reimmatricolazione del mezzo e polizze assicurative agevolate.

Il C.a.m.s. Castellotti funge da punto di aggregazione tra appassionati di auto e moto storiche nel territorio e organizza/promuove eventi culturali che hanno per protagonisti i veicoli storici: manifestazioni rievocative, raduni, mostre e convegni che hanno l’importante funzione di far rivivere i veicoli storici e sensibilizzare l’opinione pubblica sulla bellezza e sul prestigio del patrimonio storico motoristico locale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *