Tempo di lettura: 3 minuti

C’è ancora molto che non so dell’America, della vita, di quel che potrebbe riservarci il futuro. Ma conosco me stessa.

Mio padre, Fraser, mi ha insegnato a lavorare sodo, ridere spesso e mantenere la parola data.

Mia madre, Marian, mi ha mostrato come pensare con la mia testa e far sentire la mia voce.

Insieme, nel piccolo appartamento nel South Side di Chicago, mi hanno aiutata a riconoscere il valore della nostra storia, della mia storia, all’interno di quella, più grande, del nostro Paese. Anche se non è bella o perfetta. Anche se è più dura di quanto vorresti che fosse. La tua storia è quello che hai, quello che avrai sempre. Non dimenticarla mai.

Oltre 10 milioni di copie vendute nel mondo
Oltre 10 milioni di copie vendute nel mondo

Se volete un libro bello grosso, ma poco impegnativo, da portarvi in vacanza, cercate Michelle Omaba e il suo Becoming – La mia storia’.

Con oltre 10 milioni di copie vendute in tutto il mondo, la storia dell’ex first lady si appresta a diventare il libro di memorie di maggior successo nella storia dell’industria editoriale.

Un libro da record uscito ad autunno 2018 anche in Italia e che ripercorre la vita Michelle Obama, da quando era una ragazza “normale” cresciuta nella periferia di Chicago che ha sempre avuto grandi ambizioni e coraggio fino alla sua entrata e la sua permanenza alla Casa Bianca. Dall’amore con Barak alle trepidazioni per le figlie.

Quando era solo una bambina, per Michelle Robinson l’intero mondo era racchiuso nel South Side di Chicago, dove lei e il fratello Craig condividevano una cameretta nel piccolo appartamento di famiglia e giocavano a rincorrersi al parco.

È stato qui che i suoi genitori, Fraser e Marian Robinson, le hanno insegnato a parlare con schiettezza e a non avere paura. Ma ben presto la vita l’ha portata molto lontano, dalle aule di Princeton, dove ha imparato per la prima volta cosa si prova a essere l’unica donna nera in una stanza, fino al grattacielo in cui ha lavorato come potente avvocato d’affari e dove, la mattina di un giorno d’estate, uno studente di giurisprudenza di nome Barack Obama è entrato nel suo ufficio sconvolgendole tutti i piani.

In questo libro, per la prima volta, Michelle Obama descrive gli inizi del matrimonio, le difficoltà nel trovare un equilibrio tra la carriera, la famiglia e la rapida ascesa politica del marito.

Ci confida le loro discussioni sull’opportunità di correre per la presidenza degli Stati Uniti, e racconta della popolarità vissuta – e delle critiche ricevute – durante la campagna elettorale.

Il suo racconto è scritto con grazia, senso dell’umorismo, una sincerità non comune e un linguaggio semplice e spesso affettuoso.

Michelle Obama ci racconta il vivido dietro le quinte di una famiglia balzata all’improvviso sotto i riflettori di tutto il mondo. Ripercorre  quegli otto anni trascorsi alla Casa Bianca, durante i quali lei ha conosciuto meglio il suo Paese. E il suo Paese ha conosciuto meglio lei.

E’ un viaggio a volte emozionante dalle modeste cucine dell’Iowa alle sale da ballo di Buckingham Palace, tra momenti di indicibile dolore e prove di tenace resilienza perché non è facile non essere bianchi.

E Michelle ci appare quasi come un’amica, una donna forte, autentica e rivoluzionaria.

Ecco, Becoming è un libro onesto. Diretto. Interessante. Coraggioso. Perché, nella più radicata tradizione americana del self made man, in questo caso self made woman, Michelle Obama lancia una sfida a tutti noi: chi siamo davvero e soprattutto chi vogliamo diventare?

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *