Tempo di lettura: 4 minuti

“Quelle che stai per leggere sono le storie di tante passioni diverse: per la natura, per la medicina, per le invenzioni, per i popoli lontani. Sono storie di ragazze, poi diventate donne famose, che hanno inseguito un progetto e alla fine hanno scritto pagine fondamentali della scienza. Quindici vite fatte di coraggio, di fatica, di entusiasmo, ma soprattutto di sogni che si avverano. Forse un giorno questa sarà anche la tua storia! Il segreto sai qual è? Bisogna crederci”.

Sono donne meno del 30% dei ricercatori in tutto il mondo e solo il 30% delle ragazze sceglie un indirizzo scientifico nell’istruzione superiore (dati Onu). Negli ultimi 15 anni, sono stati fatti grandi sforzi a livello globale per coinvolgere le donne nella scienza, ma permangono pregiudizi e stereotipi di genere che continuano a tenere le ragazze e le donne lontane dal mondo scientifico.

Per ricordare che la partecipazione delle donne nella scienza dovrebbe essere rafforzata e incoraggiata, e che devono essere garantite pari opportunità nella carriera scientifica, nel 2015 le Nazioni Unite – con il patrocinio dell’Unesco – hanno proclamato la Giornata Internazionale delle donne e delle ragazze nella Scienza che ricorre ogni anno l’11 febbraio.

In occasione di questa Giornata, Il Sole 24 Ore propone in edicola per un mese a partire da giovedì 11 febbraio il libro “Ragazze con i numeri. Storie, passioni e sogni di 15 scienziate” delle autrici Vichi De Marchi e Roberta Fulci con le illustrazioni di Giulia Sagramola.

Quindici storie di scienziate che fin da ragazze hanno inseguito un obiettivo; quindici vite fatte di coraggio, fatica, entusiasmo, e soprattutto di sogni che si avverano. Quindici storie contro gli stereotipi di genere.

Ci sono Valentina Tereshkova, la prima donna al mondo ad andare nello spazio; Jane Goodall, etologa, considerata l’unico essere umano mai accettato da una comunità di scimpanzé selvatici; Rita Levi Montalcini, che ha saputo proseguire il suo lavoro nonostante le persecuzioni razziali; le sue scoperte hanno aperto la strada a nuove cure per molte malattie.

E ancora, Margaret Mead, tra le prime donne a fare ricerca antropologica sul campo; ha dimostrato che l’ambiente e la cultura in cui viviamo influenzano le nostre vite. Katherine Johnson, matematica che ha dato un contributo fondamentale alla ricerca spaziale statunitense; è l’emblema di come il colore della pelle non abbia niente a che vedere con la preparazione scientifica.

Queste storie raccontano, attraverso il punto di vista delle protagoniste, una passione scientifica nata in giovane età, la tenacia nel perseguire un obiettivo nonostante i tanti ostacoli da affrontare, le soddisfazioni e i traguardi raggiunti.

Il Rapporto dell’UNESCO di Woman in Science 2018 ha analizzato il livello di disuguaglianza scientifica per fornire numeri precisi delle donne in ambito STEM (scienza, tecnologia, ingegneria e matematica).

Dal rapporto è emerso che solo il 28.8% delle donne a livello globale riesce ad affermarsi in ambito scientifico.

Poche donne arrivano ai vertici degli istituti di ricerca, poche sono le accademie titolate, la piramide della scienza è costituita da un vertice maschile che ancora non lascia spazio all’ingegno femminile e il volume “Ragazze con i numeri. Storie, passioni e sogni di 15 scienziate”, in edicola con Il Sole 24 Ore a €12,90 oltre al prezzo del quotidiano, vuole essere uno strumento di conoscenza e di avvicinamento al mondo della Scienza.

Le scienziate raccontate da Vichi De Marchi e Roberta Fulci sono: Valentina Tereshkova, Jane Goodall, Tu Youyou, Katherine Johnson, Rita Levi Montalcini, Margaret Mead, Katia Krafft, Maryam Mirzakhani, Wangari Maathai, Rosalind Franklin, Vera Rubin, Sophie Germain, Laura Conti, Maria Sibylla Merian, Hedy Lamarr.

Il libro sarà acquistabile anche online su Shopping24.

Vichi De Marchi, nata a Venezia, vive da molti anni a Roma. Giornalista e scrittrice, dirige il Comitato WE – Women empower the world, occupandosi di temi internazionali in un’ottica di genere. Per molti anni è stata portavoce per l’Italia del Wfp, il Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite. La sua biografia della matematica Sofia Kovalevskaja, La trottola di Sofia (Editoriale Scienza), è stata inclusa nella cinquina finalista del premio Strega Ragazze e Ragazzi 2016.

Roberta Fulci,  redattrice e conduttrice di Radio3 Scienza, il quotidiano scientifico di Rai – Radio3. Matematica di formazione, scrive su Il Tascabile e altre riviste online. Ha conseguito il dottorato in algebra all’Università degli studi di Bologna e il master in comunicazione della scienza alla Sissa – Scuola internazionale superiore di studi avanzati di Trieste.

Giulia Sagramola, nata a Fabriano, vive a Barcellona. Ha studiato comunicazione visiva all’Isia (Istituto superiore per le industrie artistiche) di Urbino e illustrazione all’Escola Massana di Barcellona. Da allora ha lavorato per diversi clienti, oltre a sviluppare al contempo progetti personali. Nel corso degli anni ha realizzato illustrazioni e fumetti per The New Yorker, The New York Times, Ferragamo, Rolling Stone, Topipittori, Linus, Il Castoro, Einaudi Ragazzi,