Castel Goffredo (Mantova) – Qui si trova, la prossima domenica, un mercato di libri totalmente all’aperto, alla faccia del maltempo, grazie a quasi mezzo chilometro di portici, che proteggono le cento e passa bancarelle.

Volumi, romanzi, raccolte che vengono dal Mantova, Brescia, Cremona, Verona, Parma, Reggio Emilia, Piacenza, Padova, Trento e, addirittura, da Firenze. Mentre i bibliomani sono per lo più lombardi, veneti, emiliani e talvolta sono turisti del Garda attirati dalla fama che s’è fatta la manifestazione.

Anche nel 2017 la formula sarà ogni mese con l’abbinamento libri-cibo da strada delle Terre dell’Alto Mantovano. Domenica 5 febbraio è il primo appuntamento per quest’anno e si parte con i classici dolci del carnevale, a cominciare dalle latüghe e dalle frétule.

Confermata, per il successo che le ha arriso, la possibilità di trovare i titoli oggetto di desiderio mediante “WhatsApp”. Arrivate a Castel Goffredo e cercate un certo libro? Ditelo all’info point di piazza Mazzini e da qui partirà immediatamente un sms a tutti i bancarellari presenti e se quel titolo c’è, saprete in pochi minuti dove trovarlo.

Confermata anche la visita al percorso museale «La prepositurale di Sant’Erasmo e il suo Tesoro», con partenza in piazza Mazzini, davanti alla chiesa, alle 14,30.
E, per chiudere, una novità: un euro del contributo dovuto dalle bancarelle per partecipare a «Libri Sotto I Portici» verrà devoluto al museo MAST Castel Goffredo, ormai vicino all’inaugurazione, mille metri quadrati che sono un monumento alla storia locale, dalla preistoria a oggi.