Tempo di lettura: 2 minuti

Gattatico, Reggio Emilia. Parte il 30 maggio per tre giornate il progetto pilota di Alternanza Scuola Lavoro, all’Istituto Alcide Cervi, con un’uleriore giornata il 17 settembre all’Istituto B. Russell, Guastalla.

Di cosa si tratta: il progetto “LiceiMusei – Laboratori di conoscenza tra natura, cultura e paesaggio” è rivolto alle classi terze è nato dalla richiesta dell’Istituto di Istruzione Superiore “B. Russell” di Guastalla (Area Liceale, Liceo scientifico, linguistico, scienze umane) e dalla sinergia tra l’Istituto Alcide Cervi e il Segretariato Regionale del MiBACT per l’Emilia-Romagna.

Risponde in primo luogo all’esigenza di diffondere tra le Istituzioni Scolastiche Liceali la prassi dell’Alternanza Scuola Lavoro, come occasione di crescita formativa per gli studenti e di incontro tra l’offerta, declinata nel profilo in uscita dello studente e la domanda proveniente dalle realtà culturali del territorio.

La proposta formativa si colloca nell’ambito delle attività del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – Direzione Ordinamenti a supporto delle scuole per l’insegnamento di “Cittadinanza e Costituzione” e affonda nella tematica fondante e trasversale dell’articolo 9 della Costituzione: «La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione».cervi

Un progetto che intende rispondere ai bisogni delle scuole per la sua valenza fortemente innovativa basata su una costruzione reticolare, dove gli alunni sono i protagonisti. La proposta si articola su tre percorsi che rispondono alle peculiarità formative dei singoli indirizzi e si traducono in seminari dedicati a una prima visione d’insieme dei temi e delle principali implicazioni contenute nell’articolo costituzionale teso a tutelare, promuovere sviluppare la cultura, la ricerca, il paesaggio e il patrimonio storico artistico a partire anche dall’eredità di Emilio Sereni.

Il percorso di Alternanza Scuola Lavoro è volto alla realizzazione di obiettivi comuni di formazione degli studenti e alla valorizzazione del patrimonio culturale del nostro territorio, quali:

  • fornire strumenti culturali di lettura e analisi critica del paesaggio e dell’ambiente anche attraverso il lascito culturale di Emilio Sereni e il patrimonio dell’Istituto Cervi;
  • promuovere la partecipazione attiva, la rielaborazione delle conoscenze, l’apprendimento e lo sviluppo di competenze attraverso lo sviluppo dell’iniziativa personale e delle capacità progettuali.

Il progetto pilota si articolerà su tre giornate di formazione, con lectio magistralis, laboratori e workshop, da lunedì 30 maggio a mercoledì 1 giugno, nelle sale del Museo Cervi e della Biblioteca Archivio Emilio Sereni dell’Istituto Cervi; l’iniziativa pubblica di presentazione del progetto, del percorso e delle finalità è prevista il 17 settembre presso l’Istituto B. Russell a Guastalla insieme a tutti gli attori protagonisti.

Il programma

 

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *