Tempo di lettura: 3 minuti

Gardone Riviera, Brescia. Il Garda sei Tu: dal micro al macro ogni contributo è prezioso per la salvaguardia del territorio! Questo è il messaggio lanciato oggi durante Salvaguardia Connection: il primo evento pubblico del progetto europeo Life SALVAGuARDiA, ideato dalla cooperativa sociale CAUTO, che si svilupperà nei prossimi due anni nel territorio bresciano del Garda.

Il progetto si pone la grande sfida di dare vita ad un’azione corale condivisa da tutti quei soggetti pubblici e privati che il territorio del Garda lo abitano, lo trasformano e lo vivono. Il progetto Life SALVAGuARDiA è una campagna di sensibilizzazione ed empowerment ambientale che coinvolge tutti i principali attori del territorio gardesano nella riduzione dell’impatto ambientale a vantaggio del territorio del Garda.

Principale obiettivo di Life SALVAGuARDiA è la diffusione di una cultura ambientale e la promozione di buone prassi “circolari”. Il primo strumento per raggiungere questo obiettivo è la piattaforma online Life SALVAGUARDIA, disponibile al link www.salvaguardia.net. Il sito web del progetto verrà alimentato nel tempo dai contenuti e dalle iniziative e buone prassi che, nei due anni di progetto, e a seguire, si andranno a generare grazie all’azione sinergica dei protagonisti del territorio.

Alla conduzione del primo evento “Salvaguardia Connection” c’era Marica Di Pierri, direttrice responsabile del magazine EconomiaCircolare.com scelto da Rete CAUTO come media partner del progetto. Hanno partecipato al talk con interventi in diretta streaming l’attore, scrittore e viaggiatore Giuseppe Cederna e il presidente della Società Meteorologica Italiana e giornalista scientifico Luca Mercalli che porteranno due sguardi sinergici e trasversali sulla tematica.

Focus dell’evento Salvaguardia Connection è la sostenibilità integrata. Attraverso il progetto Life SALVAGuARDiA, nei prossimi due anni, si potrà incidere positivamente nella diffusione di una cultura ambientale in grado di tradursi in scelte sostenibili e azioni di concreta salvaguardia per il territorio gardesano. Da anni Rete CAUTO fonda il suo agire quotidiano sul modello di sostenibilità integrata: un modello in cui la salvaguardia dell’ambiente si integra con il benessere delle persone, all’interno di un tessuto economico florido ed inclusivo.

Le azioni previste dal progetto Life SALVAGuARDiA sono rivolte ad una precisa area territoriale: il Lago di Garda e in particolare il versante della provincia bresciana. Questo territorio è espressione di caratteristiche morfologiche, geografiche, demografiche e produttive uniche in Italia ed Europa.

Negli ultimi anni in questa area si è registrato un incremento delle infrastrutture e delle di emissioni di CO2 e GHG. Il territorio del Lago di Garda si presenta come un’area fragile, minacciata da attività antropiche in forte espansione tra cui: aumento della popolazione, pressione turistica, sviluppo dell’agricoltura e dell’industria.

Il progetto Life SALVAGuARDiA vuole contribuire a ridurre questa eccessiva pressione ed aiutare il territorio ad avvicinarsi agli obiettivi del Green Deal europeo (il programma della Commissione europea per raggiungere la neutralità climatica al 2050) aiutando a ridurre i cambiamenti climatici in corso per evitare impatti irreversibili. I principali indicatori ambientali che verranno monitorati durante lo svolgimento di Life SALVAGuARDiA riguarderanno: l’acqua, l’aria e il consumo delle risorse.

Una campagna di empowerment ambientale che coinvolge tutti i principali attori del territorio gardesano e oltre alla Pubblica Amministrazione, aziende, Terzo Settore, turismo prevede un coinvolgimento importante delle scuole anche attraverso azioni di didattica laboratoriale in grado di rendere protagonisti attivi i futuri cittadini del domani.

Hanno aderito e parteciperanno attivamente a Life SALVAGuARDiA diversi enti ed organizzazioni pubbliche e private rappresentative del territorio e di quei target con cui il progetto ambisce a dialogare, per costruire insieme azioni di concreta sostenibilità ambientale e sociale.

Questo network permetterà di dare vita a un “modello di attivazione territoriale” in grado da una parte di sensibilizzare la cittadinanza rispetto agli obiettivi del Green Deel europeo ed innescare virtuosi cambiamenti di stili di vita e di consumo, dall’altra di pianificare e attuare azioni di concreta riduzione dell’impatto ambientale.