Tempo di lettura: 3 minuti

Pescarolo ed Uniti (Cremona) – Un grazie sincero a tutti coloro che in questi mesi hanno dedicato il loro tempo libero nell’esprimere il meglio della loro fantasia e del saper fare, grande esempio per i nostri giovani che lasciano un po’ a desiderare. Alle 8 di domenica 10 febbraio eravamo al capannone di via Zanetti dove abbiamo potuto renderci effettivamente conto del lavoro fatto per gli appuntamenti a venire, nel nome della tradizione e per il divertimento dei nostri concittadini.

Impegnati negli ultimi preparativi dei carri di Carnevale che domenica 17 sfileranno in piazza Garibaldi per la prima delle 4 sfilate in programma. Sui soggetti allestiti, nel capannone di via Zanetti, oltre che ai volontari delle Associazioni locali (G.S, Pro Loco, Amici del falò), un grazie particolare va anche a persone provenienti da Vescovato e in merito sembra proprio che uno dei carri sia da attribuire a loro. Un altro carro sembra riconfermare la presenza nella manifestazione di Anna Mariotti, con alcune amiche, tenendo fede alla passione trasmessale dal papà G.Abele, costruttore per tanti anni di bellissimi carri, oltre che tenere vivo il ricordo del nonno Abele, costruttore di carri e Presidente della Pro Loco per parecchi mandati.

Come tradizione, massimo riserbo sui soggetti che vedremo in piazza Garibaldi. Siamo riusciti comunque a renderci conto, pur tenendo fede alla riservatezza, dell’impegnativo lavoro che si è svolto da quest’estate nell’apposito capannone con la realizzazione di 4 carri grandi, non possono che essere definiti tali, superando anche in altezza misure tradizionali, per le quali, in un primo momento, si era parlato di una modifica del percorso per arrivare in piazza Garibaldi, cosa poi che non si è resa necessaria, grazie alla collaborazione di ENEL che ha provveduto ad alzare i cavi di alcuni attraversamenti stradali.

A completare la sfilata sono previsti altri 4 carri piccoli realizzati da appassionati e amici della nostra manifestazione, tra questi certamente il Pescarolese Barbieri e, proveniente da Grontardo, Adelio Giorgi, conosciutissimo dai piccoli, per la carrozza della Barbie. Sappiamo inoltre, di gruppi mascherati che si stanno preparando in alcune case, sempre nel massimo riserbo, e che contribuiranno, certamente tutti assieme, a trasmettere ai presenti l’atmosfera del carnevale. Inoltre non mancherà il caratteristico “pentolino” molto apprezzato da grandi e piccoli.

Abbandonata definitivamente la forma per la scelta della giuria, che per tanti anni, veniva scelta dal Presidente dell’Associazione, unitamente ad alcuni suoi collaboratori, così, come già nell’edizione 2018, saranno i cittadini che esprimeranno il loro voto, attraverso apposite schede che saranno disponibili, per chi vorrà dire la propria, in occasione dell’ultima sfilata.

Ricordiamo che le sfilate successive, oltre la prima di domenica 17 che sarà aperta, contrariamente a quanto si era scritto e dovuto ad alcuni imprevisti del gruppo Boliviano, dal caratteristico gruppo de “I gnari de Len”, le altre sono previste per domenica 24, sabato 2 Marzo sfilata in notturna e, a chiudere la prima parte della tradizione, domenica 3 Marzo con l’assegnazione del “fagiolo d’oro” al miglior carro e d’argento alla miglior maschera. Si entrerà poi nella parte più antica legata alla tradizione del caratteristico “Falò”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *