Pescarolo ed Uniti (Cremona) – Si è concretizzato il risultato della semina che Esterina dell’Apiflor, assieme al marito, avevano fatto verso la fine di marzo, nel rispetto della tradizione che dice “tra el spu e la spusa sé sumena la linusa”.

Allora Esterina si meritò una nota di merito per il suo impegno alla salvaguardia della tradizione. Oggi è nostro dovere fare il punto della situazione dopo che siamo stati avvisati che il lino è fiorito. E’ stato così inevitabile un pronto intervento per fissare i bellissimi fiorellini azzurri. Un ringraziamento va certamente a Cassa Padana, proprietaria del terreno che si trova sul retro della filiale di Pescarolo. Un grazie da Esterina a Cocchi Colombo per la collaborazione, ma un grazie anche da parte nostra per averci avvisati della fioritura e averci consentito di fare alcune belle foto.

Va tenuto presente infatti che l’area destinata al lino si trova sul retro di quel bellissimo spazio verde, un piccolo Eden,che Colombo cura con tanta passione. Una fioritura bellissima e grazie ad Apiflor la tradizione si ripete.

Tutto questo, con una stretta al cuore, non può che portarci con il pensiero al Museo del lino. Il centro della tradizione, una pagina di storia del territorio di inestimabile valore, purtroppo da diversi mesi, inspiegabilmente chiuso. Personalmente ritengo che non ci siano giustificazioni a questa situazione, che ha visto un grande impegno dei volontari, tante cose belle fatte, con investimenti privati e pubblici, per finire poi tutto così male, non riuscire a trovare una via di mezzo che desse soddisfazione alle due parti in contesa, lo ritengo assurdo, mi auguro che questo mio sfogo possa portare a qualcosa di positivo.