Tempo di lettura: 3 minuti

Brescia – Nuovo record di adesioni e di solidarietà per la IV edizione della Race for The Cure di Brescia che si è svolta lo scorso fine settimana: oltre 9mila gli iscritti che hanno vestito di rosa il centro della città partendo da via Spalto San Marco.

Un fiume in piena di amici e simpatizzanti della manifestazione, capeggiato dalle Donne in Rosa, il cuore pulsante della Race for the Cure, la più grande manifestazione di solidarietà in Italia e nel mondo, organizzata da SUSAN G. KOMEN ITALIA, per la lotta ai tumori del seno.

Oltre 1000 presenze in pèiù rispetto alla III edizione, un risultato che conferma l’importanza della Race for the Cure per la città di Brescia. Presente alla cerimonia di premiazione il Presidente Nazionale di Komen Italia, Riccardo Masetti.
Soddisfatto il Direttore Generale di Fondazione Poliambulanza, il dott. Alessandro Triboldi così come la dott.ssa Edda Simoncini, ASST Spedali Civili Breast Unit.

Obiettivo condiviso dall’ASST Valcamonica, che ha contribuito nell’apporto di competenze specialistiche nel Villaggio della Salute, Sport e Benessere in Tebaldo Brusato.

Nel bilancio complessivo di questa IV edizione non si può non menzionare la CAROVANA DELLA PREVENZIONE, il programma nazionale itinerante di Komen Italia per la promozione della salute femminile.

La Carovana è stata operativa nei tre giorni della Race for the Cure all’interno del Villaggio della Salute, che ha visto impegnati l’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Brescia (OPI), L’Ordine della Professione di Ostetrica della Provincia di Brescia e medici di differenti realtà ospedaliere della città e della provincia, alcuni già coinvolti nel Comitato Lombardo.

Più specificatamente, il Villaggio della Salute 2018 si è avvalso delle competenze di specialisti di Fondazione Poliambulanza, ASST Spedali Civili di Brescia – che ha partecipato alle attività del villaggio con medici volontari di radiologia diagnostica 1 – e ASST della Valcamonica.

Nelle tre giornate sono state offerte oltre 400 prestazioni gratuite di senologia, ginecologia, podologia, pneumologia, dermatologia ed endocrinologia, di cui 239 visite senologiche con 2 rinvii ad approfondimento.

Si sono svolti anche colloqui di consulenza genetica oncologica, consulente osteopatiche e sulla corretta alimentazione, counselling oncologico e altre iniziative di sensibilizzazione e prevenzione secondaria per la diagnosi e cura dei tumori del seno. .

La Carovana ha effettuato 109 giornate in 12 regioni italiane, da ottobre 2017, percorrendo oltre 15 mila chilometri.

La Race for the Cure di Brescia è stata realizzata con il patrocinio o la collaborazione di: Ministero della Salute, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza e Vigili del Fuoco, Regione Lombardia, Provincia di Brescia, Comune di Brescia, Fondazione Poliambulanza, ASST Spedali Civili di Brescia, ASST della Valcamonica, MOICA Nazionale, OPI Brescia, Ordine della Professione di Ostetrica della Provincia di Brescia, la SIAE, la FIPAV, il CONI e la FIDAL.

Grazie ai fondi raccolti con le Race for the Cure di Roma, Bari, Bologna e Brescia e con altre iniziative, dal 2000 a oggi l’Associazione ha investito più di 15 milioni di euro in oltre 800 nuovi progetti per la salute delle donne.

Il “Programma Educativo sui Tumori del Seno in Italia” ha permesso di realizzare oltre 1.400 sessioni gratuite di formazione ed educazione in 109 città italiane, a beneficio di oltre 56.000 partecipanti tra medici di base, infermieri, ostetriche, chirurghi, anatomopatologi, psiconcologi, ginecologi, radiologi e tecnici di radiologia e, recentemente, farmacisti, studenti, donne sane e donne in terapia oncologica.

Inoltre, grazie ai “Villaggi della Salute”, realizzati anche in occasione delle “Race for the Cure”, e alle Giornate della Prevenzione, KOMEN ITALIA ha offerto gratuitamente a donne svantaggiate o a rischio aumentato di tumore del seno, oltre 63.000 prestazioni tra visite senologiche, esami mammografici ed ecografici e prestazioni diagnostiche per altre patologie legate al mondo femminile e non solo.

Komen Italia ha anche erogato oltre 1.600.000 euro in premi di studio a giovani medici per sviluppare progetti di ricerca o perfezionamento clinico presso centri di eccellenza in Italia ed all’estero.

La sfida di Komen Italia è realizzare una Race for the Cure in ogni regione. Già confermata per il 2019, la Race for the Cure nella città di Pescara e a Matera che sarà Capitale della Cultura.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *